Forlì: generosa donazione al 118

Forlì: generosa donazione al 118

FORLI' - Prontezza, tempestività, efficacia sono requisiti cruciali per chi è chiamato a soccorrere chi è rimasto coinvolto in incidenti stradali. Gli operatori deputati a intervenire in tali situazioni devono, dunque, possedere una preparazione ad hoc, in particolare nell'estrazione del paziente dal veicolo, nella sua immobilizzazione, nel maneggiare gli appositi dispositivi in dotazione nelle ambulanze, nonché nel supporto da fornire durante il tragitto verso il Pronto soccorso più vicino.

 

Proprio questa è la misson del centro di formazione Ferno Washington Italia di Forlì, composto da istruttori dell'Ausl di Forlì, all'interno del Servizio Infermieristico e Tecnico diretto dalla dott.ssa Silvia Mambelli, e nato, nel 2002, per insegnare a medici, infermieri e autisti del 118 come utilizzare in maniera corretta i presidi di immobilizzazione nel paziente traumatizzato. Da oggi, grazie alla generosità di Fabrizio Mengozzi e Marco Morigi, titolari dell'agenzia assicurativa forlivese "Groupama" di piazzale Farcole-Borsellino, il centro può contare su un nuovo, fondamentale, strumento didattico: un Estricatore XT, rivoluzionario presidio per l'immobilizzazione spinale che rende possibile la manovra di estricazione rapida da vetture incidentate o spazi confinati a uno-due operatori.

 

«L'idea che servisse un'iniziativa di questo genere si è affacciata nel 1999, in concomitanza con lo sviluppo del progetto "Forlì 2000" sull'impiego dei defibrillatori - illustra Enrico Medri, infermiere 118 e referente del team di istruttori Tnt, Trauma Nursing Team - nel marzo 2002, un primo gruppo di sei infermieri ha così frequentato il corso "Ferno Certified Trainer", inerente, appunto, l'insegnamento dell'utilizzo dei presidi di immobilizzazione e di trasporto nel soccorso al paziente adulto. Grazie al conseguimento dei Certefied User di primo, secondo e terzo livello, è nato, nello stesso anno, il Centro di formazione Ferno Washington Italia di Forlì, grazie anche al sostegno del direttore dell'U.O. Medicina d'Urgenza, Pronto Soccorso, Alberto Vandelli, e della caposala Dolores Bottani».

 

Nel periodo successivo, grazie al contributo della Cassa dei Risparmi di Forlì, è stato acquistato il materiale didattico indispensabile per le esercitazioni pratiche, dando inizio al lavoro di formazione del personale medico-infermieristico dell'Ausl di Forlì e dei volontari dei vari enti benefici convenzionati con l' Azienda. Nel 2006, le competenze del centro si sono allargate: dopo aver frequentato il corso "Ferno Certified Trainer-Pediatrics", il gruppo di istruttori ha effettuato il salto qualitativo nell'assistenza al paziente traumatico pediatrico. «La spinta a specializzarci in questo settore - prosegue Medri - ci è stata data dal nipote di un nostro collega, Michele, che, a un solo anno di vita, trovandosi affetto da grave malattia, doveva essere trasportato periodicamente all'ospedale di Ancona: le sue particolari condizioni e la necessità di garantire un elevato standard di sicurezza durante il viaggio sono stati la molla che ha determinato tale evoluzione». Quest'anno, infine, uno degli istruttori dello staff, Denis Derni ha conseguito un'ulteriore abilitazione come istruttore portando a termine con successo il corso "Pre-Hospital Trauma Care", mentre Enrico Medri si è formato per il corretto utilizzo del nuovo Estricatore Xt Ferno.

 

«Si tratta di uma metodica di soccorso avanzato, con un impatto fortemente positivo sulla salute dei pazienti - commenta lo stesso Medri - tale innovativo predio permette, infatti, di effettuare la manovra di estricazione in appena 20 secondi e spostare in piena sicurezza il soggetto traumatizzato, tutelandone il rachide cervicale e toracico». Così, il gruppo si è messo alla ricerca dei fondi per l'acquisto del nuovo strumento, coronando l'operazione grazie alla sensibilità di Marco Morigi e Fabrizio Mengozzi. «Dal 2008 sono autista volontario della Croce Rossa di Meldola - commenta Mengozzi - lavorando in quest'ambito, ho potuto apprezzare l'opera svolta dagli addetti del servizio 118 e il loro fondamentale contributo nel salvare vite umane. Ho avuto, inoltre modo di stringere amicizia con Enrico Medri e altri istruttori del gruppo Tnt, così, quando mi hanno manifestatato la necessità di acquistare un Estricatore Xt ne ho subito parlato col mio socio, Marco Morigi, e ci siamo attivati per soddisfare questa loro esigenza».

 

Per quanta riguarda i corsi, a oggi, il centro ha formato 340 operatori fra medici, infermieri e autisti del 118 di Forlì, Premilcuore, Modigliana e Santa Sofia. Le lezioni, pratiche e teoriche con simulazioni, si articolano su tre incontri, per un totale di 22 ore. Il gruppo istruttori è formato dagli infermieri Enrico Medri, Denis Derni, Marcella Gentili, Barbara Pini, Antonietta Prosapio, Anna Maria Ravaglioli, e dall'autista Moreno Montanari.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -