Forlì, giovedì ''Il Giro della Romagna...su pista"

Forlì, giovedì ''Il Giro della Romagna...su pista"

Forlì, giovedì ''Il Giro della Romagna...su pista"

FORLI' - È in programma giovedì, alle ore 15, nell'ormai storico velodromo "Glauco Servadei" di Forlì, fiore all'occhiello nel panorama sportivo della città, la manifestazione "Il Giro della Romagna...su pista", l'evento che rientra nell'edizione 2010 della "Stagione di gare su pista di primavera" e fa parte del calendario più ampio di manifestazioni, attività sportive, incontri, tavole rotonde e mostre in vista dell'85^ edizione del Giro della Romagna (domenica 5 settembre 2010).

 

Gli eventi vogliono celebrare non solo l'aspetto sportivo ma anche e soprattutto la connotazione identitaria di tutti quei territori che saranno toccati dal percorso. Un totale di 210 km (90 nel territorio di Forlì, 110 nel territorio di Ravenna) attraverso quasi tutti i centri storici e i borghi dei Comuni attraversati.

 

"Con la manifestazione del 22 luglio al velodromo "Servadei", simbolo della lunga esperienza ciclistica di questo territorio - spiega Paolo Ragazzini, presidente del Consiglio comunale di Forlì - intendiamo celebrare l'importanza che il Giro ha per tutta la Romagna. La speranza per il futuro è che la collaborazione tra i Comuni che ad oggi hanno sostenuto la manifestazione incrementi ulteriormente, nella consapevolezza che il Giro fa parte della nostra storia. Con l'edizione del Centenario si chiude un ciclo che ha visto gareggiare i migliori ciclisti: Forlì si sente parte di questo progetto di ampio respiro. Per questo esprimo la volontà di collaborare, in maniera sempre più allargata, anche nelle edizioni future".

 

"E' la prima volta che la strada e la pista si trovano a collaborare con lo stesso intento: quello di promuovere il ciclismo e le due ruote - sottolinea Euro Camporesi, presidente del Consorzio delle Società Ciclistiche Romagnole -. La Ciclistica Baracca ha avvertito l'esigenza di promuovere l'evento anche attraverso il "veicolo" pista con la manifestazione del 22 luglio, che rientra nei Campionati provinciali Forlì - Ravenna - Rimini. Da anni non si vedeva una così grande partecipazione: sono ben 150 infatti gli atleti che gareggeranno".

 

Il Consorzio, nato con il velodromo nel 1967, raccoglie tutte le società ciclistiche romagnole che vogliono partecipare all'attività su pista. Oggi conta ben 40 società delle tre province romagnole, anche se non tutte in attività agonistica, ed è gestore su mandato dell'Amministrazione comunale di tutto l'impianto legato al ciclismo su pista. "Forlì è diventata un velodromo che riesce ad ottenere risultati di altissimi livelli e per questo attira atleti e sportivi anche dalle regioni vicine - continua Camporesi -. In ultimo abbiamo inserito quattro persone disabili che si stanno allenando sulla pista in vista dei prossimi campionati italiani".

 

"Con un calendario di iniziative che coinvolgono enti, istituzioni, soggetti sportivi e così via, Forlì e Ravenna diventano un soggetto unico - dichiara Mirco Bagnari, presidente e coordinatore del Comitato promotore del Giro di Romagna e referente per le Attività Sportive dell'Unione dei Comuni -. Quest'edizione 2010 si caratterizza non solo per il secolo di storia che l'accompagna, ma anche per il momento non certamente facile in cui cade. Per questo è necessario mettere assieme sforzi sempre più importanti e far sì che l'edizione del Centenario sia un punto dal quale guadare in avanti: la Romagna può fare sistema dando una valenza sempre più ampia a questa manifestazione, non solo sportiva ma anche identitaria. Il calendario che caratterizza l'85^ edizione testimonia l'impegno di tutti i soggetti promotori dell'evento, uno sforzo che va mantenuto".

 

"In occasione dei cent'anni del Giro, quest'anno la Ciclistica Baracca si è mossa per il futuro - spiega il presidente Giorgio Tampieri -. Lo ha fatto cercando collaborazione al fine di creare l'aggregazione necessaria per dare il giusto rilievo all'evento. Il calendario di iniziative che precedono il Giro del 5 settembre non fanno solo da corollario alla manifestazione, ma sono parte integrante di essa. A partire dal "Giro della Romagna...su pista", che testimonia non solo la collaborazione tra la strada e la pista, ma anche quella tra Lugo e Forlì. Dopo la presentazione dell'85^ edizione del Giro, che si terrà venerdì 23 luglio, alle ore 20.45, presso la discoteca Baccara di Lugo, sono diversi gli appuntamenti in programma: il "Girino della Romagna", la mini gran fondo per Giovanissimi, che si gareggerà nelle strade di Lugo e Bagnara di Romagna il 1° agosto; la pedalata cicloturistica-amatoriale in collaborazione con la Uisp Bassa Romagna, in programma il 28 agosto; l'inaugurazione della mostra fotografica dedicata al grande Fausto Coppi, in occasione del 50° dalla morte, in programma il 3 settembre a Fusignano; infine la presentazione del libro "Giro della Romagna, cent'anni portati bene" che avrà come relatore proprio il sindaco di Forlì Roberto Balzani".

 

"Mi sento di ringraziare la città di Forlì e l'intera Amministrazione comunale - dichiara Oscar Pirazzini della Ciclistica Baracca di Lugo -. Niente campanilismi davanti ad una manifestazione che rappresenta la storia di tutta la Romagna. L'obiettivo futuro è trovare ulteriori collaborazioni, in modo non solo politico ma operativo, per dare massimo risalto all'iniziativa: accanto alla competizione vera e propria vi è un altro interesse di carattere popolare che va coltivato. In questo senso il legame con la pista di Forlì è particolarmente significativo. Un tempo tutti i grandi campioni si sono cimentati su pista: è sufficiente citare Coppi, tre volte vincitore del Giro di Romagna negli anni '46, '47, '49. Per questo il passato va considerato non solo come storia da raccontare ma come base per costruire. E quest'edizione del Centenario del Giro della Romagna ne deve essere la prova".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -