Forlì, i "Divanofobia" vicono il concorso "Forìl Music First"

Forlì, i "Divanofobia" vicono il concorso "Forìl Music First"

Forlì, i "Divanofobia" vicono il concorso "Forìl Music First"

FORLI' - Nella serata di martedì 5 luglio si è svolta alla "Fabbrica delle Candele" di piazzetta Corbizzi, a Forlì, la finalissima della prima edizione del Concorso Musicale "Forlì Music First" che si è conclusa con la proclamazione del gruppo vincitore: i "Divanofobia". La  giuria presieduta dal noto Direttore d'orchestra Marco Sabiu e composta dalla vocalist Emanuela Cortesi, da Enzo Milani (manager in campo musicale), dal giornalista Gianni Gherardi e da Luigi Bertaccini (Dj e giornalista), ha decretato la vittoria al gruppo bolognese al termine di un confronto fatto di note e ritmi che li ha visti misurarsi con i bravissimi gruppi Margò e Arthemia. 


Nati tre anni fa dall'unione di alcuni amici musicisti pieni di desiderio creativo, i "Divanofobia" traggono il loro nome dal "timore" per il divano in quanto entità statica e simbolo di passività mediatica. Quattro i componenti poco più che ventenni: Andrea Lorenzoni (voce, basso, chitarra), Marco Donelli (chitarra, voci, basso), Marco Senin (chitarra, batteria) e Paolo D'alonzo (batteria, voci, effetti, chitarra). Ad ispirarne il percorso artistico l'idea di unire e far dialogare il mondo della poesia con quello della musica, assecondando una ispirazione creativa che punta a non precludere nessuna forma d'arte mantenendo una chiara identità.


I gruppi che influenzano la band spaziano dai Radiohead agli Afterhours, dai Faraquet ai Marta sui Tubi, dai Settlefish ai Verdena e, ancora, dai Medications ai Marlene Kuntz, dai Maps&Atlases ai Perturbazione, dai Grizzly Bear e i Karate a Le luci della centrale elettrica. Influenze eterogenee che a loro volta si uniscono all'influsso della musica classica e della tradizione di musicisti italiani come Franco Battiato, Fabrizio De Andrè, Luigi Tenco e Giorgio Gaber.


Oltre agli applausi convinti del numeroso pubblico di giovani presente alla serata e ai complimenti del Sindaco di Forlì Roberto Balzani, dell'Assessore alle Politiche Giovanili Valentina Ravaioli, del M° Marco Sabiu e del Direttore Artistico, Roberto Costa, i Divanofobia potranno usufruire di opportunità che daranno loro maggiore visibilità e permetteranno di intraprendere esperienze qualificanti, come le esibizioni in alcuni locali della Regione Emilia-Romagna, individuati dagli organizzatori del Concorso, quali Vidia, Vox ed Estragon. Comq premio per i vincitori anche la possibilità di registrare un CD demo e una compilation con altri gruppi vincitori di festival della nostra Regione, essere inseriti in un circuito nazionale ed internazionale, in collaborazione con il MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti) e con il Festival "Tendenze" di Piacenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Il Concorso, promosso dall''Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Forlì, è stato cofinanziato dal Ministero della Gioventù e da ANCI nell'ambito del bando nazionale a sostegno della musica giovanile indipendente, nel quale il Comune di Forlì è risultato tra i vincitori assieme agli altri tre partner del progetto denominato "Emilia-Romagna Indies", cioè  Comune di Piacenza, Comune di Faenza e MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -