Forlì, i "Divanofobia" vicono il concorso "Forìl Music First"

Forlì, i "Divanofobia" vicono il concorso "Forìl Music First"

Forlì, i "Divanofobia" vicono il concorso "Forìl Music First"

FORLI' - Nella serata di martedì 5 luglio si è svolta alla "Fabbrica delle Candele" di piazzetta Corbizzi, a Forlì, la finalissima della prima edizione del Concorso Musicale "Forlì Music First" che si è conclusa con la proclamazione del gruppo vincitore: i "Divanofobia". La  giuria presieduta dal noto Direttore d'orchestra Marco Sabiu e composta dalla vocalist Emanuela Cortesi, da Enzo Milani (manager in campo musicale), dal giornalista Gianni Gherardi e da Luigi Bertaccini (Dj e giornalista), ha decretato la vittoria al gruppo bolognese al termine di un confronto fatto di note e ritmi che li ha visti misurarsi con i bravissimi gruppi Margò e Arthemia. 


Nati tre anni fa dall'unione di alcuni amici musicisti pieni di desiderio creativo, i "Divanofobia" traggono il loro nome dal "timore" per il divano in quanto entità statica e simbolo di passività mediatica. Quattro i componenti poco più che ventenni: Andrea Lorenzoni (voce, basso, chitarra), Marco Donelli (chitarra, voci, basso), Marco Senin (chitarra, batteria) e Paolo D'alonzo (batteria, voci, effetti, chitarra). Ad ispirarne il percorso artistico l'idea di unire e far dialogare il mondo della poesia con quello della musica, assecondando una ispirazione creativa che punta a non precludere nessuna forma d'arte mantenendo una chiara identità.


I gruppi che influenzano la band spaziano dai Radiohead agli Afterhours, dai Faraquet ai Marta sui Tubi, dai Settlefish ai Verdena e, ancora, dai Medications ai Marlene Kuntz, dai Maps&Atlases ai Perturbazione, dai Grizzly Bear e i Karate a Le luci della centrale elettrica. Influenze eterogenee che a loro volta si uniscono all'influsso della musica classica e della tradizione di musicisti italiani come Franco Battiato, Fabrizio De Andrè, Luigi Tenco e Giorgio Gaber.


Oltre agli applausi convinti del numeroso pubblico di giovani presente alla serata e ai complimenti del Sindaco di Forlì Roberto Balzani, dell'Assessore alle Politiche Giovanili Valentina Ravaioli, del M° Marco Sabiu e del Direttore Artistico, Roberto Costa, i Divanofobia potranno usufruire di opportunità che daranno loro maggiore visibilità e permetteranno di intraprendere esperienze qualificanti, come le esibizioni in alcuni locali della Regione Emilia-Romagna, individuati dagli organizzatori del Concorso, quali Vidia, Vox ed Estragon. Comq premio per i vincitori anche la possibilità di registrare un CD demo e una compilation con altri gruppi vincitori di festival della nostra Regione, essere inseriti in un circuito nazionale ed internazionale, in collaborazione con il MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti) e con il Festival "Tendenze" di Piacenza.


Il Concorso, promosso dall''Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Forlì, è stato cofinanziato dal Ministero della Gioventù e da ANCI nell'ambito del bando nazionale a sostegno della musica giovanile indipendente, nel quale il Comune di Forlì è risultato tra i vincitori assieme agli altri tre partner del progetto denominato "Emilia-Romagna Indies", cioè  Comune di Piacenza, Comune di Faenza e MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -