Forlì: il 2009 della Polizia, diminuiscono arresti e furti

Forlì: il 2009 della Polizia, diminuiscono arresti e furti

Forlì: il 2009 della Polizia, diminuiscono arresti e furti

FORLI' - "Un risultato più che positivo". Così il Questore di Forlì-Cesena, Calogero Germanà, ha commentato il bilancio 2009 della Polizia di Stato di Forlì-Cesena. Grazie alle attività di prevenzione e repressione, gli arresti sono stati 286 (contro i 328 del 2008); mentre le denunce sono salite a 2.236, 69 in più rispetto allo scorso anno. I reati complessivi sono stati 4281, di cui 1278 scoperti: diminuiti i furti (da 1891 a 1788) e le rapine (da 50 a 47).

 

>LE IMMAGINI DELLA CONFERENZA STAMPA

 

FIDUCIA - "Ringrazio il personale della Polizia di Stato che ha assicurato con impegno e dedizione la sicurezza della comunità forlivese e cesenate", ha dichiarato il Questore nel presentare alla stampa le attività svolte dalle varie sezioni di Polizia nell'anno che volge al termine. "A questi numeri soddisfacenti - ha proseguito - non corrisponde una crescita del personale. Nonostante questa difficoltà i compiti sono stati portati a termine con maggior stimoli, tenendo alta la legalità del territorio". Il Questore ha evidenziato il "rapporto di fiducia" che la comunità nutre nei confronti della Polizia e "la capacità del personale nel rapportarsi con il cittadino".

 

ATTIVITA' DI PREVEZIONE - Sono 18.267 i servizi di controllo svolti nel 2009, 282 in più rispetto al 2008. In totale sono state controllati 66.523 veicoli ed identificate 206.437 persone. Aumentate le richieste d'intervento al 113, passate da 8.720 del 2008 a 8.975 dell'anno che si sta per concludere. Gli interventi effettuati dalle Volanti della Polizia sono stati 5.828. Per quanto concerne le attività finalizzate a garantire la sicurezza sulle strade, sono state elevate ben 40.215 contravvenzioni dalla Polizia Stradale, 7.314 in più rispetto al 2008. Diminuiti gli incidenti stradali (da 1.302 a 1.156), 774 dei quali con solo danni (-56), 372 con feriti (-87) e 10 con esito mortale (-13).

 

REATI - Complessivamente i reati scoperti dalla Polizia di Stato di Forlì-Cesena sono stati 1.278, 69 in meno rispetto al 2008. Settantadue riguardano lo spaccio di sostanze stupefacenti, novantanove i casi di lesioni dolose, dodici le estorsioni, due le associazioni per delinquere, tre i sequestri di persona, dodici i casi di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione e dieci gli incendi. In aumento le violenze sessuali, passate da 24 del 2009 a 26 del 2009. In calo, invece, le truffe e le frodi informatiche (da 345 a 229).

 

CALANO FURTI E RAPINE - Sono passati da 1.891 a 1.788 i furti denunciati all'autorità giudiziaria. I ladri continuano a prediligere i furti nelle abitazioni (440 nel 2009 contro i 303 del 2008) e nelle auto in sosta (diminuiti da 222 a 182). Ma i malviventi non disprezzano gli esercizi commerciali con 189 furti, 12 in meno rispetto allo scorso anno. Sempre alto, ma in flessione, il numero di borseggi: nel 2009 sono stati 129 contro i 217 del 2008. In aumento gli scippi, da 7 del 2008 a 31 del 2008. Calati i furti di automobili, da 52 a 39. In lieve flessione le rapine. Nell'anno in corso sono stati denunciati 47 episodi (di cui sette in banca e due negli uffici postali), contro i 50 dello scorso anno. In diminuzione altre tipologie di rapine, passate da 46 a 38.

 

UFFICIO PREVENZIONE GENERALE e SOCCORSO PUBBLICO - Il capo della sezione dell'Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, Felice Ronca, ha sottolineato l'incremento dei furti in abitazione (in particolar modo di biciclette): da qui l'appello alla diligenza della cura del proprio patrimonio e soprattutto di rivolgersi al '113' anche quando c'è il minimo sospetto. In flessione le liti familiari (una media di quattro al giorno, segnale di una minore tensione sociale). In calo il numero degli arresti rispetto al 008, passati da 66 a 41. Si tratta di un risultato frutto dell'incessante attività di controllo, con 2.220 pattuglie che hanno effettuato ben 1.515 posti di controllo (210 in più in confronto al 2008), identificato 16.690 persone (5.460 stranieri) e controllato 8.324 veicoli. Le infrazioni contestate al codice della strada sono state 251, 50 in più in paragone al 2007. In aumento le denunce in stato di libertà, da 277 a 306. Importante l'attività del Poliziotto di Quartiere, con 292 servizi di pattugliamento e 470 visite a scopo di prevenzione.

 

SQUADRA MOBILE - E' di 120 arresti e 245 persone denunciate in stato di libertà il bilancio 2009 degli uomini della Squadra Mobile diretti dal dirigente Claudio Cagnini. Tra le operazioni più importanti spicca quella di riciclaggio di denaro dalla Romagna a San Marino. Incrementate le attività di prevenzione con 643 pattuglie antirapina, 512 antidroga e 25 controlli negli esercizi pubblici ed imprese commerciali. Le persone controllate sono state 708, di cui 481 di nazionalità straniera; mentre i veicoli controllati sono stati 409.

 

DIGOS - La Digos è abilitata a fornire tutte le indicazioni sulle manifestazioni, sul numero delle persone che vi parteciperanno e che svolge anche attività riservate finalizzate a reprimere il fenomeno del vandalismo. I provvedimenti di Daspo firmati sono stati 14. Incrementati gli obiettivi vigilati (ben 3.320 contro 3.215), i servizi di controllo del territorio (1.600 rispetto agli 1.300) ed in occasione di manifestazioni sportive (55 in più rispetto ai 95 del 2008). Intensificati i presidi anche all'esterno delle aziende alle prese con la crisi economica in occasione di manifestazioni.

 

POLIZIA DI FRONTIERA - Sono ben 172193 le persone identificate nel 2009, 65.449 in più rispetto all'anno precedente. Di queste ne sono state respinte 8. Ben 452 le persone denunciate in stato di libertà (contro le 66 del 2008), mentre i provvedimenti di Polizia eseguiti sono stati sette. I servizi di vigilanza sono stati 1.460, le pattuglie interne all'aerostazione 2.997.

 

POLIZIA FERROVIARIA - Nel 2009 sono stati effettuati un arresto e sei denunce. Sono 280 le contravvenzioni ferroviarie elevate, 263 quelle relative al codice della strada. I servizi di vigilanza sono stati 1.138, mentre le pattuglie di scorta treni viaggiatori 682 (195 le pattuglie di linea ferroviaria). Sono 1.458 i treni viaggiatori scortati. In totale sono state identificate 9.786 persone.

 

POLIZIA POSTALE - Da circa dieci anni gli agenti della Polizia Postale si occupano del settore delle telecomunicazioni, con attività di indagini supportati dai colleghi della Digos e della Squadra Mobile. Nel 2009 le persone denunciate in stato di libertà sono 108, 30 in più rispetto allo scorso anno. La metà dei reati riscontati riguardano truffe informatiche, come il commercio elettronico con acquisti senza recapito della merce.

 

UFFICIO IMMIGRAZIONI - Il Questore Germanà ha sottolineato l'importante lavoro svolto quotidianamente dall'Ufficio Immigrazione per il rilascio dei permessi di soggiorno, con tempi di consegna ridotti, oltre ai decreti di espulsione (170 contro i 248 del 2008). Gli accompagnamenti in frontiera sono stati 29, mentre 54 quelli a centri di permanenza temporanea.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -