Forlì, il 7 aprile al via la 47esima edizione di FierAvicola

Forlì, il 7 aprile al via la 47esima edizione di FierAvicola

Forlì, il 7 aprile al via la 47esima edizione di FierAvicola

FORLI' - Mancano pochi giorni all'apertura della 47esima FierAvicola, il Salone Internazionale dell'avicultura e cunicoltura, che si terrà a Forlì in Fiera, dal 7 al 9 aprile. Quella del 2011 si prospetta un'edizione stimolante e vitale, grazie ad un vasto calendario di appuntamenti, eventi che spaziano dagli incontri di business, ai convegni, agli incontri scientifici, a quelli tecnico-meccanici, fino all'excursus sulla qualità degli alimenti e la cucina.

 

FierAvicola 2011 porta al centro dell'attenzione le tematiche di attualità e di maggiore interesse per gli operatori, alle prese oggi con significativi cambiamenti che coinvolgono l'intera filiera e che impongono agli imprenditori seri processi riorganizzativi pur di rimanere competitivi. In questo senso FierAvicola 2011 contribuisce a tracciare la strada dell'evoluzione del comparto. Tutto questo in linea con il posizionamento del Salone in chiave tecnica, nel settore zootecnico, impegnato ad offrire agli allevatori prodotti, servizi, innovazione per produrre qualità nelle carni avicole e cunicole. Grazie a questo nuovo progetto ed agli spunti di riflessione  che offrirà nel corso delle 3 giornate, FierAvicola 2011 si rivolge ad un pubblico assai vasto e vario che include veterinari, tecnologi alimentari, nutrizionisti, esperti della filiera, del confezionamento...

 

La presenza in Fiera delle più autorevoli personalità del settore conferma che il centro del dibattito nazionale è ancora presso il Salone forlivese, cuore del mercato avicolo. Tra questi, il Presidente della Commissione Agricoltura in Parlamento Europeo, onorevole Paolo De Castro che venerdì pomeriggio introdurrà una tavola rotonda sulla competitività del settore, chiamando a dire la loro i rappresentati dei produttori e di alcune delle aziende produttrici di carni avicole e uova, anticipando il dibattito sugli obblighi per imprenditori allevatori, alle prese con le prossime scadenze ed evoluzioni di mercato. Il Salone di Forlì come palco di primissimo piano, dunque, in attesa che nel 2012 nel nostro Paese arrivi la conferenza dell'IEC International Egg Commission (associazione che riunisce produttori di uova di più di 55 paesi in tutto il mondo www.internationalegg.com), che sarà anticipata a Forlì dal segretario generale, Julian Madley in arrivo da Londra.

 

Positiva la risposta del mercato: saranno oltre 200 gli espositori di FierAvicola quest'anno, che arriveranno sin da mercoledì 6 in città e che occuperanno tutti i 20mila metri quadri espositivi di via Punta di Ferro. Oltre 40 saranno stranieri, da Olanda, Regno Unito, Spagna, Romania, e poi, Slovacchia, Danimarca, Germania, Belgio e anche dagli Stati Uniti.

 

Passando al dettaglio del programma della manifestazione, venerdì 8 aprile sarà il giorno più significativo, che si aprirà, dopo il taglio del nastro alla Presenza dell'onorevole De Castro, insieme all'Assessore Rabboni ed alle Autorità locali, con il convengo sull'applicazione della Direttiva Europea sul benessere delle galline ovaiole e sull'evoluzione dei sistemi di allevamento. E poi sabato mattina 9 aprile con le prospettive di utilizzo a fini energetici dei residui derivanti dall'attività zootecnica. Dai risvolti ambientali a quelli energetici, per creare opportunità a vantaggio delle imprese e del sistema alla luce del contesto normativo europeo. Saranno presentati casi di successo in materia.

 

 

Sempre venerdì mattina è prevista l'analisi di Avitalia sulla domanda domestica dei prodotti avicoli, che tasterà il polso al mercato, grazie alla presentazione dello studio ISMEA, che prende in considerazione il comportamento del consumatore anche in relazione all'attuale scenario di flessione dei consumi.

 

La Regione Emilia Romagna, che sarà presente in Fiera con un proprio stand, ha inserito nel programma alcuni momenti di approfondimento, coordinati dagli Assessorati all'Agricoltura e da quello alle Politiche per la Salute, uno sulla pollina come risorsa ed un secondo che intende fare chiarezza sull'uso dei farmaci nell'allevamento avicolo a cavallo tra salute dell'uomo e benessere dell'animale.

 

Ritornano in via Punta di Ferro anche quest'anno le principali associazioni scientifiche del settore, SIPA (Società italiana Patologia Aviare), ASIC (Associazione Società Italiana Coniglicultura), e WPSA (World's Poultry Science Association) che hanno scelto FierAvicola per le loro assemblee, per i convegni scientifici, come osservatorio privilegiato da cui tracciare indicazioni ed individuare strategie future.

 

Giungeranno al Salone Avicolo buyer stranieri. Grande attesa c'è da parte delle delegazioni provenienti dal bacino del Mediterraneo e dall'Est Europa, operatori attenti alle attrezzature, alle tecniche di allevamento ed alle soluzioni per incrementare la qualità del prodotto ed innovare il servizio. Per costoro sono ancora oggi le imprese zootecniche italiane, tra le prime a livello europeo a fare scuola nei confronti dei mercati emergenti. Riguardo agli impianti, ai servizi e processi per ottimizzare la produzione, alle soluzioni per l'efficienza energetica, agli investimenti al servizio delle imprese che si impegnano nell'innovazione o per lo start up.

 

A FierAvicola, salone dell'eccellenza in materia di allevamento ed industria alimentare del comparto avicolo e cunicolo si parla anche di filiera agro-alimentare e della sua qualità.  Un momento di approfondimento ed intrattenimento  con la presenza di CasArtusi e di alcuni dei più rinomati chef della cucina italiana, di provenienza romagnola. Nutrizionisti, veterinari, ed aziende produttrici fanno da cornice a Paolo Teverini e Silverio Cinieri, alle prese con l'interpretazione delle ricette di Pellegrino Artusi, il padre della gastronomia italiana, cucinando piatti della tradizione a base di carne di pollo e di uova. Una cucina allestita all'interno dei padiglioni, le ricette del padre della cucina nazionale, gli ingredienti genuini della produzione nostrana, che coniugano proprietà nutrizionali con il gusto e l'arte culinaria. Ed a assaggiare e dare il proprio giudizio, il pubblico presente!

 

Partner di FierAvicola 2011 accanto alla Fiera di Forlì sono la Camera di Commercio di Forlì-Cesena, la Provincia di Forlì-Cesena, il Comune di Forlì, la Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna e la Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì. Contributo significativo viene dalla Regione Emilia Romagna ed un ringraziamento va al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali. IBCD Group di Verona ha curato il progetto di internazionalizzazione e la convegnistica.

Avitalia ed Assoavi contribuiscono alla realizzazione del programma. Media partner di eccellenza è stato scelto Zootecnica International, rivista specializzata nel settore avicolo, che si rivolge al mercato nazionale, internazionale in lingua inglese ed a quello dell'est Europa.

www.fieravicola.com

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -