Forlì, il �Bancarella nella Scuola� agli �Incontri con l�Autore�

Forlì, il “Bancarella nella Scuola” agli “Incontri con l’Autore”

FORLI' - Si concluderà mercoledì 26 maggio alle 17 all'Auditorium Cariromagna - con la premiazione degli studenti vincitori - l'edizione 2010 de "Il Bancarella nella Scuola", il concorso riservato agli studenti della Scuola Secondaria abbinato al Premio Nazionale creato nel 1953 dall'Associazione dei Librai Pontremolesi, incluso quest'anno per la prima volta nella rassegna degli "Incontri con l'Autore" promossa dalla Fondazione, a conferma dell'attenzione che questa intende rivolgere sempre di più alle nuove generazioni di lettori riconoscendogli un ruolo da protagoniste.

 

Ai quasi 150 ragazzi che hanno preso parte al concorso è stato, infatti, chiesto di redigere una recensione su uno dei sei libri finalisti al "Premio Bancarella 2010" (che verrà assegnato il 18 luglio a Pontremoli), ovvero Il giudice meschino di Mimmo Gangemi (Einaudi), Olive Kitteridge di Elizabeth Strout (Fazi), S.O.S. Amore di Federica Bosco (Newton Compton), La scatola dei calzini perduti di Vauro Senesi (Piemme), L'assassino qualcosa lascia di Rosa Mogliasso (Salani) e Confessione di Bill James (Sellerio).

 

L'autore della recensione prima classificata vincerà un week-end in una capitale europea, mentre i classificati dal secondo al decimo posto riceveranno dei buoni per l'acquisto di libri.

 

A consegnare il primo premio sarà direttamente - secondo consuetudine - uno dei sei scrittori finalisti, ovvero Federica Bosco, narratrice e sceneggiatrice, divenuta celebre con romanzi come Mi piaci da morire, Cercasi amore disperatamente, L'amore non fa per me e L'amore mi perseguita, fino al fortunatissimo "manuale di sopravvivenza" per giovani donne 101 modi per riconoscere il tuo principe azzurro (senza dover baciare tutti i rospi).

 

Federica Bosco è giunta in finale al "Premio Bancarella 2010" con il romanzo S.O.S. Amore, che narra con la consueta vivacità ed ironia la disastrosa situazione sentimentale della trentacinquenne Chiara, alle prese con una madre che la tiene in ostaggio con i suoi attacchi di panico, con un padre che vive a Cuba, con la sorella con cui divide l'appartamento e, conseguentemente, con un'autostima molto vicina a terra. Almeno finché non ricorre all'aiuto del dott. Folli, un analista che sa far leva proprio sulla sua ironia per spingerla a riconquistare maggiore fiducia in sé stessa.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -