Forlì, il bilancio del Comune sulle Politiche giovanili: "Ecco cosa fa la città per i giovani"

Forlì, il bilancio del Comune sulle Politiche giovanili: "Ecco cosa fa la città per i giovani"

L'assessore Ravaioli-3

FORLI' - Fa il bilancio di quanto fatto sul fronte delle politiche giovanili l'assessore comunale al ramo Valentina Ravaioli: eventi, spettacoli, ma anche sostegno al lavoro sono al centro delle attività dell'assessorato. Così illustra Ravaioli: "E' un ruolo assolutamente centrale quello che le Politiche Giovanili rivestono per l'Amministrazione comunale di Forlì, come dimostrano le azioni messe in campo concretamente su diversi fronti".

 

"Una su tutte, in un momento in cui drammaticamente la disoccupazione giovanile supera il 29%, la sperimentazione dei Piani Locali Giovani, progetto finalizzato a sostenere l'accesso al lavoro e l'imprenditoria che ha consentito a 11 ragazzi del nostro territorio di realizzare la propria idea imprenditoriale, fornendo loro gli strumenti, in termini di consulenza e sostegno economico, e che ha portato alla nascita due società cooperative, di una ditta artigiana, di una casa editrice, di un centro culturale e di tre nuovi rami d'azienda nell'ambito di realtà già esistenti".

 

E ancora: "Ampio risalto hanno avuto anche i percorsi legati alla memoria ("Il Treno della Memoria") e al tema della cittadinanza attiva e delll'impegno civico, come "Coltiviamo la legalità", iniziativa svolta in collaborazione con Università, studenti e Associazioni di Categoria che ha permesso alle nuove generazioni di riflettere su questioni di grande rilievo rapportandosi con personalità come Giancarlo Caselli, Antonio Nicaso e Vincenza Rando e che vedrà ancora i giovani protagonisti nella nuova edizione e nel progetto di Osservatorio sulla legalità".

 

"Un'altra azione è quella degli "Euroaperitivi" dell'Informagiovani e dei percorsi di accompagnamento per far conoscere le opportunità europee di studio e di lavoro ed i bandi che consentono di avere un supporto, anche in termini economici. Un nuovo progetto, già presentato alla Regione, punterà in maniera forte sulla presenza degli "educatori di strada", per dare risposte alle aree più problematiche, e sull'attività dei Centri di aggregazione, prevedendo maggiori sinergie con il mondo associativo e culturale giovanile. In tale contesto saranno garantiti momenti di supporto, informazione e prevenzione, in collaborazione con Acchiappasogni e SERT, con il quale, inoltre, abbiamo per la prima volta a Forlì attivato la serie di incontri "Parole Stupefacenti" sul delicato tema delle dipendenze".

 

"I "Laboratori di progettazione partecipata sul centro storico" con gli studenti hanno portato all'ideazione di momenti ed iniziative che animeranno i sabati forlivesi, rendendo i giovani protagonisti e favorendo occasioni di aggregazione, integrazione e confronto. Ancora, mi preme evidenziare il consistente numero di laboratori creativi, conferenze, festival, cineforum, concorsi, mostre ed eventi culturali, visibili sul sito del Comune, realizzati e da realizzare alla "Fabbrica delle Candele" e sul territorio. Iniziative, queste, che rappresentano una risorsa fondamentale ed imprescindibile, oggi più che mai, perchè permettono di veicolare messaggi importanti, far appassionare a diversi linguaggi artistici e, soprattutto, stimolare lo spirito critico in un momento in cui il relativismo etico e morale, complice la classe politica che ci governa, rappresenta una minaccia pericolosissima, soprattutto per i giovani".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conclude l'assessore: "Certamente molta è la strada da percorrere, si può e si deve migliorare e l'Amministrazione continuerà a muoversi con determinazione e convinzione in questa direzione per offrire ai giovani gli spazi che meritano, investendo con fiducia sulla loro progettualità, le loro competenze e le loro idee, e stimolando con decisione il contesto socio-economico, ancora troppo gerontocratico, a fare lo stesso".

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Michelangelo Merisi
    Michelangelo Merisi

    No no, RS, sono del pianeta Terra e, non ci crederai, ma abito proprio a Forlì! E pensa anche che ho persino seguito con molta attenzione l'attività dell'assessorato di cui all'articolo! Ah si, hai ragione, davvero grandiose le iniziative ! Direi memorabili! Le proposte poi non le faccio sui commenti di un giornale on line, non mi pare il luogo più appropriato... Per la critica mi astengo, del resto c'è una refrattarietà ad accettarla che resta uno sforzo fine a se. Io starei sereno anche a Forlì, tuttavia languono idee e sensatezza... Tu invece in che mondo stai? Sei della Terra anche tu?

  • Avatar anonimo di rs
    rs

    caro michelangelo complimenti per il commento. argomentato e serio. probabilmente vivi su un altro pianeta e le numerosissime attività proposte non le hai neanche viste. e, visto il tuo livello di spirito propositivo e argutamente critico, è un bene. rimani nel tuo mondo, starai piu sereno.

  • Avatar anonimo di Michelangelo Merisi
    Michelangelo Merisi

    Bah! La dimostrazione che la giovinezza, di per se , non è un pregio...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -