Forlì: il Comune punta sul fotovoltaico, nonostante il decreto Romani

Forlì: il Comune punta sul fotovoltaico, nonostante il decreto Romani

Forlì: il Comune punta sul fotovoltaico, nonostante il decreto Romani

FORLI' - Il progetto sul fotovoltaico di Forlì città solare, la società di proprietà del comune, procede, nonostante il decreto Romani. "Vogliamo dare un segnale", spiega l'assessore Alberto Bellini. Il progetto prevede un investimento di circa 6 milioni di euro nel 2011 per 3 progetti: la copertura con pannelli fotovoltaici dei tetti di 3 scuole (Liceo Classico, media Palmezzano e Carpinello), del palazzo Sme, in via Punta di Ferro e della copertura con pensiline a pannelli fotovoltaici del parcheggio dell'ospedale di via Forlanini.

 

I primi 3 impianti sono da 100 Kw l'uno, 300 per tutte e tre le scuole. Il secondo da 100 ed il terzo da 860 Kw. Il progetto è stato approvato dalla neo-insediata commissione per l'Energia, composta da due consiglieri di maggioranza, il presidente, Luca Pantieri e Tommaso Montebello ed uno di minoranza, Andrea Pasini. "Il presidente Pantieri, imprenditore del settore - ci tiene a precisare Bellini - ha specificato che la sua azienda non prenderà parte a nessuna delle gare per l'assegnazione dei lavori".

 

Per quanto riguarda il parcheggio di via Forlanini l'idea è quella di lasciare l'energia prodotta all'Ausl, potrebbe coprire un 20% del fabbisogno dell'ospedale. Anche per le scuole e per il palazzo Sme verrà autoconsumata, ovvero scontata dalla bolletta della luce

 

"Dalla nascita di Forlì città solare, nello scorso ottobre - conclude Bellini - abbiamo già lavorato portando a termine questo progetto, che, nonostante tutto questo, rischia di essere un sogno, a causa del decreto Romani. Lo porteremo in Giunta, ma temiamo che venga bloccato dagli istituti di credito".

 

Chiara Fabbri

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di bruno biserni
    bruno biserni

    sarebbe anche utile che il Comune individuasse le così dette "aree ecologicamente attrezzate finanziate dalla Regione" in modo da permettere alle imprese che intendono partecipare al bando regionbale "contributi finalizzati a favorire la rimozione dell'amianto dagliedifici, la coibentazione degli edifici, e l'installazione di pannelli solari fotovoltaici" di ottenere una maggiorazione del 10% nel punteggio finale. in Emilia molte città lo hanno fatto.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -