Forlì, il parco urbano va in concessione per nove anni

Forlì, il parco urbano va in concessione per nove anni

Forlì, il parco urbano va in concessione per nove anni

FORLI' - Cambio in vista per il parco urbano Franco Agosto. Per il "polmone verde" della città, il Consiglio comunale ha approvato gli indirizzi per l'affidamento della concessione in esterno. Il futuro gestore avrà in mano il parco per ben nove anni, dovendone curare il verde e organizzare eventi. Al vincitore del bando sono chiesti anche investimenti per migliorare la struttura, per questo è stato previsto un tempo lungo di concessione.

 

La concessione costerà al Comune 173.000 euro all'anno per tutti i nove anni. Il consiglio comunale ha approvato la delibera che promuove una nuova gara con i voti favorevoli di Pd e Idv (contrari PdL, Lega Nord, Udc e Destinazione Forlì). Non è stato d'accordo alla concessione per nove anni il consigliere del PdL Antonio Nervegna, che si è detto non soddisfatto del livello di manutenzione della grande area verde: "Il prato non esiste più nei punti più frequentati, per colpa delle foglie che non vengono raccolte e che anzi vengono lì soffiate dai vialetti con i soffioni. Inoltre, di recente c'è stata una perdita di liquami da una fognatura che è durata per una settimana: tutti i liquami sono stati raccolti e messi sul prato dove girano i bambini". Per Nervegna, quindi meglio sarebbe "un affidamento di tre anni, che se è stato positivo se ne fanno altri tre, ed eventualmente altri tre". Il consigliere Fabrizio Ragni (PdL) ha puntato il dito contro la mancanza di penali e garanzie per la rescissione del contratto col gestore.

 

Federico Balestra, capogruppo dell'Idv, ha ritenuto "appropriato" il termine dei nove anni: "Un buono compromesso se si chiede al gestore di effettuare degli investimenti di cui deve rientrare".

Tra i consiglieri Pd ha preso la parola Luigi Sansavini: "Il parco urbano oggi come oggi è un punto di eccellenza della città e di punto di animazione importante della città: non è stato costruito casualmente. Ma è giusto dire che non bisogna abdicare alla funzione di controllo, il punto di ascolto non può essere il gestore".

Commenti (9)

  • Avatar anonimo di materazzi
    materazzi

    Caro Matteol se il mio lavoro fosse quello di gestore di un parco la differenza la noteresti pure tu ,eccome che la noteresti. Sei simpatico, un abbraccio a te.

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    bravo agnostico! e' vero i comunisti ci hanno sempre insegnato la storia FALSA scritta da loro ma adesso le cose stanno cambiando, in futuro l'ignoranza sara' sconfitta. poi adesso speriamo che il parco urbano lo prendera' materazzi, invece delle coop rosse, cosi' finalmente la dittatura comunista finira'!!! e i nostri bambini potranno studiare su libri inglesi e soprattutto francesi!

  • Avatar anonimo di Rath
    Rath

    Io capisco che essere di una parte politica possa oscurare quanto fatto dai "nemici".Per una volta mi piacerebbe se si riuscisse ad avere un punto di vista neutro. Mi reco spesso al Parco Urbano e dal mio punto di vista, quello di un cittadino che non vota alcun partito, posso dire che il parco è un eccellenza della città. A me sembra ben tenuto e pulito. Non posso parlare delle attrazioni per i bambini perchè non le frequento, ma mi pare che siano sempre gremite. Dai un po' di obiettività ogni tanto bisognerebbe metterla insieme

  • Avatar anonimo di Agnostico
    Agnostico

    @Giubbe rosse certo che sono per la liberalizzazione! Però se leggevi bene il mio commento parlavo di gestione a una coop rossa come la tua giubba. E' questo che non è più liberalizzazione, ma dittatura. Capisci! E' questo il problema. Siccome qui siamo in una dittatura che è peggiore certamente di quelle magrebine, scommettiamo che l'appalto lo vincerà una coop rossa?. Capito? Questo è il problema grave del nostro territorio. @Cosimino la storia l'ho studiata dapprima nei libri di scuola, ma dobvresti sapere che i testi scolastici fatti dagli "intellettuali" di Sinistra (dato oggettivo) non ha mai raccontato la VERA storia. Ecco perchè tu credi sia così. Perchè ti sei abbeverato da altri Comunisti che ti hanno fatto credere ciò che hanno voluto e tu ci hai persino creduto. Io invece ho studiato e fatto ricerche, ascoltato testimonianze e letto libri inglesi e soprattutto francesi dove si trova la cronaca dei fatti e non le menzogne che finora i comunisti hanno raccontato a intere generazioni di bambini. Per fortuna il mondo è cambiato negli ultimi sette-otto anni. E la dittaura sta finendo. Ci stiamo liberando. E il progresso potrà finalmente fare il proprio corso e l'ignoranza sarà sempre di meno.

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    materazzi, rallegrati: da quest'anno potrai essere TU STESSO a gestire il parco! Siamo sicuri che nelle tue mani diventera' bellissimo, pulitissimo, profumatissimo e splendido, e Nervegna stesso si presenterà per farti i complimenti. Cosa aspetti? Iscriviti al bando di gestione! E' la tua grande occasione! :)

  • Avatar anonimo di materazzi
    materazzi

    Se il modello di gestione del nostro parco è un punto di eccellenza a livello nazionale c'è da ridere veramente, ma il Bellini sempreverde si è mai fatto una passeggiata in quest'area??, ....sporcizia, degrado, erba secca e maltagliata, nutrie che defecano in ogni zona, giochi per i bambini al limite della decenza, panchine fradice e rotte, staccionate divelte, rivoli d'acqua maleodoranti , fontanelle quasi sempre fuori uso, fontana utilizzata come piscina e lavatoio......ma di che cosa parla il Bellini sempreverde??......il nostro parco in pochi anni è diventato inguardabile, inavvicinabile,....eccellenza de chè??, ma non diciamo sciocchezze.

  • Avatar anonimo di Giubbe_rosse
    Giubbe_rosse

    Wow non sapevo che i comunisti fossero interessati al raket delle nutrie. Grazie Agnostico perchè hai dato una boccata d'aria nuova e di intelligenza alla conversazione. Se i comuni non hanno il personale è grazie alle mitiche finanziare taglia tutto di Tremonti... Non eravate voi per la liberalizzazione? ora siete diventati statalisti? occhio a non diventare anche comunisti...

  • Avatar anonimo di Alberto Bellini
    Alberto Bellini

    Il parco urbano è gestito da un concessionario da 14 anni. Il modello di gestione è un punto di eccellenza a livello nazionale, perché ha consentito la realizzazione di molti investimenti a carico del privato (circa 900.000 € negli ultimi 14 anni) e l'armonizzazione delle attività di intrattenimento e delle manutenzioni del verde. La concessione è scaduta nel 2011. La delibera del 21/2 ha approvato il modello di gestione, ovvero l'esternalizzazione. Verrà svolta una gara per la concessione, cui possono partecipare tutte le imprese in possesso dei requisiti minimi. Come è stato detto ieri in consiglio comunale, stupisce che il centro destra non approvi il fatto che i servizi vengano gestiti in collaborazione con il privato.

  • Avatar anonimo di cosimino AH AH AH
    cosimino AH AH AH

    hahaha agnostico mi fai morire dal ridere... adoro quelli come te che tirano sempre fuori i comunisti come unico e eterno problema....la storia dove l’hai studiata alla facoltà di pongo e lego?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -