Forlì, il Pd apre 'il cantiere delle idee'

Forlì, il Pd apre 'il cantiere delle idee'

FORLI' - Sarà un vero e proprio cantiere che si aprirà subito dopo la pausa agostana e culminerà a ottobre con un grande evento pubblico che definirà la posizione del Partito Democratico su tutti gli argomenti, le emergenze e le prospettive del territorio locale. E' il cantiere delle idee lanciato giovedì sera nel corso di una partecipatissima Assemblea territoriale del Partito Democratico forlivese, organizzata dal segretario Marco Di Maio per affrontare i problemi della crisi dell'economia e del lavoro nel territorio forlivese.

 

"A fine agosto sarà convocato e definito il nome di questo grande cantiere locale - spiega il segretario territoriale del Pd forlivese, Marco Di Maio - che definirà in modo chiaro la posizione del Partito Democratico sui principali temi dell'agenda locale: dal lavoro ai problemi delle nuove generazioni, dalle partecipate alla sanità, dalla mobilità alla cultura, dall'ambiente al futuro dell'Università in Romagna e delle grandi infrastrutture".

 

"Sarà un cantiere in cui chiederemo a tutti gli attori del territorio, alla luce anche dei profondi cambiamenti che sono intercorsi nel giro di pochi mesi - spiega Di Maio - di contribuire all'elaborazione delle idee e delle proposte di cui i cittadini, le imprese e le famiglie hanno bisogno. Sarà un luogo di discussione soprattutto aperto verso l'esterno, con l'obiettivo di contribuire assieme alle istituzioni alla costruzione di quel "patto di cooperazione" che deve vedere ciascuno di noi fare la propria parte, accantonando la polemica spicciola e strumentale di cui oggi (lontani dalle elezioni) non abbiamo bisogno".

 

"Fare politica significa occuparsi dei problemi concreti delle persone e delle imprese - spiega Di Maio -. E anche il confronto interno, quanto è focalizzato su questo obiettivo e ciò sull'individuare le soluzioni migliori per dare risposte ai bisogni della nostra comunità, è un fatto positivo. Ma il rinnovamento e la credibilità della politica passano dalla capacità di seguire con coerenza questo principio; usare la politica per rivendicazioni o obiettivi di carattere personale è sempre e comunque sbagliato, a prescindere da chi lo fa e dal partito a cui appartiene".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -