Forlì, il Pdl contro il manifesto anti-finanziaria: ''Inqualificabile arroganza''

Forlì, il Pdl contro il manifesto anti-finanziaria: ''Inqualificabile arroganza''

FORLI' - "Il grande manifesto affisso con inqualificabile arroganza nella facciata del Municipio rappresenta un atto gravissimo, degno della peggiore tradizione stalinista". Il Pdl forlivese attacca la decisione dell'amministrazione comunale di esporre un telo contro i tagli agli Enti Locali imposti dalla Finanziaria del Governo.

 

"Il Comune, oltre a rappresentare la casa di tutti i cittadini, deve essere il luogo simbolo della democrazia e mai dovrebbero trovare ospitalità al suo interno squallidi interessi partitici contrari alla pluralità di pensiero - ha affermato in una nota Alessandro Spada (Consigliere Comunale PDL Forlì) -. Questa gravissima e vergognosa mancanza di rispetto nei confronti delle Istituzioni è l'ultimo atto di una Giunta in estrema difficoltà e denota tutta l'incapacità del Sindaco di Forlì ad affrontare i ripetuti fallimenti politici che stanno mettendo in ginocchio la città".

 

"Dispiace - continua la nota - che Balzani sia partito nella sua avventura da Sindaco esaltando gli intramontabili valori mazziniani per poi approdare strada facendo ad incarnare caratteristiche tipiche della storia sovietica, mortificando senza scusanti i più basilari principi democratici. È già stata depositata in Municipio un'interpellanza urgente per chiedere spiegazioni di questo gesto assurdo e per sollecitare la Giunta a rimuovere il manifesto, ripristinando le condizioni minime di democrazia a Forlì".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -