Forlì, il sindaco: "Bilancio della società Sapro in gravi condizioni"

Forlì, il sindaco: "Bilancio della società Sapro in gravi condizioni"

Forlì, il sindaco: "Bilancio della società Sapro in gravi condizioni"

FORLI' - Sapro, la società pubblica per l'insediamento industriale nel territorio provinciale, per il sindaco di Forlì Roberto Balzani "versa in gravi condizioni". "La nostra attenzione su Sapro è massima, abbiamo posto precisi paletti di verifica di questa società e produrrò la documentazione in Consiglio", promette Balzani, intervenendo nel corso del consiglio comunale su una precisa richiesta di Antonio Nervegna (Pdl), che parla di "indebitamento elevatissimo".

 

Che per Nervegna è dovuto "anche per scelte sbagliate nel passato". Il dibattito è nato a margine della delibera con cui si concede a Sapro il via libera ad un piano urbanistico per insediare capannoni produttivi nella zona industriale di Villa Selva, nelle vie Giorgi e Segrè. Capannoni che, per Raffaella Pirini (Destinazione Forlì), arrivano troppo vicino "ad un monumento storico, come il santuario di Fornò, per altro distruggendo territorio per creare strutture, quando ne esistono molte altre analoghe sfitte". Le risponde Luigi Sansavini, consigliere Pd: "Questo piano arriva dopo anni e anni di tempi lunghi per la burocrazia, ritengo che la Soprintendenza, che qui non è certo di manica larga, si sia espressa sulla tutela paesaggistica del santuario".

 

Il comune compra la palestra della Fiera.

 Altro "Casus belli" è la palestra che il Comune comprerà (col voto contrario di Pdl, Lega Nord e Udc) per 311 mila euro, che si trova all'interno di un capannone riadattato di proprietà dell'ente fieristico, accanto al palazzetto dello sport di via Punta di Ferro. Attacca Vanda Burnacci, consigliera del Pdl: "E' un impegno notevole e non c'è ragione di acquistare questa struttura oggi, se non per mascherare il bilancio in rosso della fiera".

 

Alla fine dell'anno, infatti, il passivo della fiera (che ha in gestione anche l'annesso palasport) ammonterà circa a 279 mila euro. La palestra venne realizzata, ricorda l'assessore Briccolani, nel 2004 "per consentire una riduzione dei costi di gestione del Palafiera, che ospitava anche gli allenamenti delle squadre cittadine, e per dare maggiore flessibilità al palazzetto, in vista dell'organizzazione di eventi e altre manifestazioni". Il Comune contribuì per 474 mila euro per il riadattamento del padiglione, e l'acquisto deliberato in consiglio comunale riguarda solo il ‘sedime', vale a dire la struttura al suo valore prima della trasformazione.

 

"Il Comune si è impegnato formalmente ad acquistare la palestra anticipatamente rispetto alla scadenza del 2012, ritengo che sia un comportamento etico onorare l'impegno, senza contare che si tutela il patrimonio del Comune", si difende l'assessore al Bilancio Emanuela Briccolani. Rincara la dose Antonio Nervegna del Pdl: "E' un pasticcio che aiuta la fiera: si tolgono risorse dal bilancio attuale, che lo si dica che è una decisione presa in continuità con le scelte della giunta precedente".

 

Sul fronte della maggioranza difende il provvedimento il capogruppo Pd Marcello Rosetti: "A tutt'oggi è un'esigenza, quella palestra: contiene i costi del Palafiera, che solo per utenze mi dicono costi anche mille euro al giorno in inverno". Inoltre, conclude Rosetti, "si conclude un'operazione, visto che i lavori di adeguamento sono già avvenuti a carico del Comune".

 

 

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di Carlino
    Carlino

    Sapro, Fiera, Aeroporto, Comune, ecc.ecc. tutti in rosso. Ma non siete in grado di gestire proprio nulla? Siete fallimentari in tutto vero?

  • Avatar anonimo di ReArtù
    ReArtù

    PS. Chi tocca ripianare il buco di Sapro?? sempre pantalone???? Cavoli, mi sto stufando, uffa!!!!

  • Avatar anonimo di ReArtù
    ReArtù

    Concordo pienamente con la Raffaella Pirini. Occorre a mio avviso, sospendere ogni piano di insediamenti commerciali e industriali in attesa di una riorganizzazione delle strutture presenti. Non ha senso costruire nuove strutture senza pensare che ne facciamo di quelle inutilizzate.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -