Forlì, il teatro conquista primati: ma ora il rebus della direzione artistica

Forlì, il teatro conquista primati: ma ora il rebus della direzione artistica

Forlì, il teatro conquista primati: ma ora il rebus della direzione artistica

FORLI' - Il teatro "Diego Fabbri" tra i migliori dell'Emilia-Romagna e dell'Italia. Lo dicono i dati forniti dal Giornale dello Spettacolo, in termini del numero di spettatori, secondo cui il teatro forlivese si piazza 37° a  livello nazionale e 5° in Emilia Romagna (dopo quattro teatri bolognesi). Ora due le opzioni che il teatro ha di fronte: continuare con la direzione artistica 'interna' gestita direttamente dal Comune, o coinvolgere operatori privati.

Una scelta non facile se è vero, come sostiene l'amministrazione, che i primati del teatro forlivese sono arrivati grazie alla "direzione artistica da anni affidata al dirigente della cultura del Comune, Franco Fabbri, che è andato in pensione nel luglio 2010".

"E' giusto - dichiara l'Assessore alla Cultura del Comune di Forlì Patrick Leech - che in questo momento i riflettori della città siano puntati sul futuro del Teatro "Diego Fabbri". Essenzialmente, le opzioni a medio termine si riducono a due: o la continuazione di una conduzione diretta da parte dell'Ente pubblico, oppure una forma di collaborazione con un soggetto esterno.  La scelta fra le due opzioni sarà presa tenuto conto della ristrutturazione dei servizi dell'Amministrazione comunale, dopo un'attenta analisi dei costi e dei benefici delle due opzioni. Nel frattempo sta arrivando velocemente la stagione 2011-12 (che si prepara fin da febbraio). 

"La direzione di Franco Fabbri ha lasciato un'eredità importante negli uffici del teatro comunale - afferma l'assessore - che sono già al lavoro per proporre un'ottima stagione per il pubblico forlivese, seguendo le indicazioni che questa amministrazione dà in termini di politiche teatrali, ossia una conferma dell'eccellenza della stagione di prosa, danza e operetta, un'apertura verso la cultura europea, la promozione di un'offerta teatrale appetibile per un pubblico giovane e un'attenzione alle realtà di produzione locali".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -