Forlì, il vescovo visita il Polo Telecontrollo Reti e al Sistema Laboratori di Hera

Forlì, il vescovo visita il Polo Telecontrollo Reti e al Sistema Laboratori di Hera

FORLI' - Questa mattina il vescovo di Forlì, Lino Pizzi, ha visitato la sala del Polo regionale telecontrollo Reti e il sistema laboratori di Hera, due strutture tecnologicamente all'avanguardia e fra le più avanzate d'Europa, collocate presso gli spazi che ospitano anche la sede della Divisione Distribuzione Fluidi di via Balzella 24 a Forlì, che svolge attività di presidio, indirizzo e sviluppo nel settore idrico integrato, gas e telecontrollo.

 

Il vescovo è stato accompagnato, in questa speciale visita, dal direttore della Divisione Distribuzione Fluidi, Franco Sami, e da alcuni tecnici, fra cui i responsabili del Polo Telecontrollo Reti Elmo Veronesi e del Sistema Laboratori Luciano Agostini.

 

Il Polo regionale telecontrollo reti, inaugurato l'8 maggio 2008,  utilizza le migliori tecnologie disponibili sul mercato ed è il più grande centro d'Italia per numero di servizi e punti telecontrollati e uno dei più grandi d'Europa. Si tratta di una sala di quasi 400 mq, con uno schermo gigante di 60 metri quadrati, in grado di controllare 100 mila punti a distanza in tempo reale; è dotata di un sistema 3D per rappresentare gli impianti principali, 90 monitor, 30 postazioni, una squadra di 60 operatori, un call center tecnico attivo 24 ore su 24, doppie linee di comunicazione in fibra ottica e un sistema antincendio autonomo a gas speciale.


Rispetto ai sistemi tradizionali, gli operatori di sala hanno in ogni momento sotto controllo la situazione delle segnalazioni esterne di pronto intervento e degli allarmi da telecontrollo, grazie anche alla presenza di tre monitor per postazione che permettono di avere il quadro completo per gestire una segnalazione di  allarme/pronto intervento.

 

Il nuovo ‘telecontrollo centralizzato' per le reti acqua, gas e teleriscaldamento ha la funzione di supervisione e assistenza di tutti i 2.000 impianti presenti sul territorio Hera.

 

Il Sistema Laboratori

Il Sistema Laboratori del Gruppo Hera, inaugurato il 24 marzo 2009, dispone di 5.000 mq di strutture ed è in grado di fare 3.200 determinazioni medie giornaliere e 320 campioni al giorno, grazie al lavoro di 80 tecnici, distribuiti in 3 sedi principali

 

In Emilia-Romagna è una struttura unica, tra le più avanzate d'Europa, ed è strutturato in modo da razionalizzare strumenti e competenze distribuiti sul territorio e soprattutto garantire più controllo e più sicurezza: grazie a queste sinergie, l'azienda ha potuto dotarsi di strumentazioni altamente specializzate e ancora scarsamente diffuse nel resto d'Italia. Un esempio tra tutti è lo spettrometro di massa a settore magnetico, di cui solo il laboratorio forlivese è dotato; uno strumento ad alta risoluzione, potente e affidabile in grado di analizzare microinquinanti organici, che garantisce alta selettività, elevata sensibilità ed estrema accuratezza.

 

Le analisi che verranno condotte presso la nuova struttura riguarderanno infatti i rifiuti solidi, i fanghi, le emissioni in atmosfera, ma anche i microinquinanti organici (ad esempio la Diossina, i Furani ecc.) con rilevazioni fino a quantità piccolissime (denominate ultratracce), oltre che le emissioni da impianti, tra cui anche quelli di Termovalorizzazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -