Forlì, il 'topo' d'auto prima di esser arrestato aveva picchiato la fidanzatina

Forlì, il 'topo' d'auto prima di esser arrestato aveva picchiato la fidanzatina

Forlì, il 'topo' d'auto prima di esser arrestato aveva picchiato la fidanzatina

FORLI' - Sulle tracce di H.L., il giovane senegalese arrestato nella nottata tra lunedì e martedì dai Carabinieri della Compagnia di Forlì c'erano anche gli agenti della Volante della Questura, guidanti dal dirigente Felice Ronca. L'extracomunitario era finito negli uffici di corso Garibaldi per ben due volte. La prima alle 22 poiché, fermato per un controllo, è risultato inottemperante al foglio di via firmato lo scorso dicembre dal Questore, ragion per cui è stato denunciato a piede libero.

 

La seconda intorno alla mezzanotte, quando al centralino del ‘113' è arrivata la segnalazione di un violento litigio tra fidanzatini. Quando la pattuglia è intervenuta sul posto della ragazza, appena diciottenne, non c'era traccia. Era presente però H.L., che si è avventato contro i poliziotti, strappando la divisa ad un agente. Per questo motivo è stato deferito per resistenza a pubblico ufficiale. A quanto pare durante la discussione l'individuo ha alzato le mani sulla ragazza.

 

Non è chiaro se abbia subito o meno lesioni poiché non si è presentata in Questura per sporgere denuncia. H.L. era comunque nel mirino della Polizia poiché il 10 marzo era stato denunciato per ricettazione dopo esser stato trovato con quattro telefonini, due dei quali sicuramente per provenienza furtiva. Circa due ore dopo il litigio con la ragazza, la pattuglia l'ha sorpreso mentre passeggiava con uno zainetto che in precedenza non aveva.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quel punto i poliziotti hanno provato a bloccarlo, ma è riuscito a dileguarsi saltando il cancello di un'abitazione. L'azione congiunta con i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, coordinati dal tenente Cristiano Marella, ne ha permesso la cattura. Ora si trova in carcere alla Rocca a disposizione del pubblico ministero Alessandro Mancini. L'accusa è di furto aggravato continuato e resistenza a pubblico ufficiale. Il senegalese, secondo quanto ricostruito dalla Polizia, aveva bisogno di denaro facile per acquistare la droga per uso personale.

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di Emanuela_
    Emanuela_

    Ma non si parlava...della biondina?

  • Avatar anonimo di Emanuela_
    Emanuela_

    Non è chiaro se abbia subito o meno lesioni poiché non si è presentata in Questura per sporgere denuncia ? La vita è la sua ! Decida la bimba che cosa è giusto...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -