Forlì, impresa Vem. Espugnato il PalaDozza, ora è la Fortitudo a inseguire

Forlì, impresa Vem. Espugnato il PalaDozza, ora è la Fortitudo a inseguire

Forlì, impresa Vem. Espugnato il PalaDozza, ora è la Fortitudo a inseguire

BOLOGNA - Impresa della Vem Sistemi Forlì, che ha espugnato il PalaDozza liquidando l'Amori Bologna per 68-75. Strepitoso l'ultimo quarto giocato dalla squadra di coach Gianpaolo Di Lorenzo, capace di approfittare del calo fisico dei padroni di casa per piazzare il decisivo colpo del ko grazie ad un parziale di 11 a 24 a favore dei romagnoli. A far la differenza nei minuti decisivi del match è stata soprattutto la classe di Matteo Frassineti. Domenica Gara 4 a Bologna.

 

In campo si è visto ‘Toto' Forray, la cui presenza era data per incerta fino all'ultimo minuto Nel primo quarto il primo allungo è stato dell'Amori, con un +5 sul 17 a 12 grazie alle giocate di Lamma, Gigena e Cittadini. I romagnoli tuttavia non hanno mai perso il contatto dai padroni di casa, trovando il 18-18 grazie a quattro punti consecutivi di Forray intervallati da un tiro libero di Cittadini. Nel finale è Poletti a portare la Vem sul 20 a 21.

 

Grande equilibrio anche nel secondo quarto, con le due squadre che si sono scambiate a più riprese la leadership momentanea. Da + 5 Amori a +2 Forlì grazie ad un break micidiale firmato da Farioli, Villani e Tommasini che ha costretto coach Finelli a chiamare il timeout sul 28-30. La pausa ha fatto bene alla Effe, tornata a comandare il match con massimo vantaggio sul 41 a 34. Sulla sirena di chiusura di primo tempo Farioli ha trovato il canestro del 41-36.

 

Bologna scatenata al ritorno in campo, con un break di 7-0 firmato da Malaventura e Cittadini per il 50-38. Nonostante la bolgia dei quasi quattromila del PalaDozza, la Vem non ha accusa il colpo, rifacendosi sotto con un contro break di 6-0 grazie a Forray, Farioli e ad una tripla di Tassinari. Il canestro di Muro non ha spento la Vem, che ha lottato con tutte le forze per restare agganciata alla partita. Un ritrovatissimo Villani con 3 su 4 da liberi prima ed una tripla di Forray poi ha permesso Forlì di riportarsi sul -2. I biancoblù hanno ripreso per mano il gioco, allungando nuovamente di sei punti (57-51).

 

Nei decisivi dieci minuti finali gli ospiti hanno approfittato dell'improvviso calo di Bologna per trovare il sorpasso con le giocate di Frassineti e Masciadri (tripla del 63-67). Questa volta il timeout chiamato da Finelli non ha sortito gli effetti sperati. Da un errore di Lamma, Forlì ha costretto al fallo Malaventura, che ha mandato alla lunetta Villani (uno su due). Nel finale gli errori in attacco di Bologna hanno permesso agli ospiti di mettere le mani sulla partita.

 

AMORI BOLOGNA: Muro 11 (2/2, 2/9), Malaventura 7 (2/7, 1/6), Borra ne, Cittadini 18 (8/9), Gigena 11 (4/6, 1/2), Lamma 4 (2/4, 0/3), Genovese, Quaglia 4 (2/3 da 2), Sorrentino 11 (2/3, 1/3), Micevic 2 (1/2). All.: Finelli.
VEMSISTEMI FORLI': Farioli 12 (4/7, 0/2), Tommasini, Tassinari 5 (1/1, 1/4), Poletti 10 (3/5 da 2), Villani 16 (4/7, 1/4), Frassineti 14 (3/4, 2/2), Ravaioli ne, Masciadri 8 (1/2, 2/3), Servadei ne, Forray 10 (3/7, 1/2). All.: Di Lorenzo.
NOTE - Parziali: 20-21, 41-36, 57-51, 68-75. Spettatori: 3.867

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -