Forlì, imprese. Rabbi e Montone chiedono più attenzione

Forlì, imprese. Rabbi e Montone chiedono più attenzione

Folta partecipazione all'incontro promosso da Fedeimpresa Confartigianato sul tema del credito nel salone comunale di Castrocaro lo scorso mercoledì 3 marzo. 
Aperto dall'intervento del vicepresidente provinciale Giorgio Grazioso che ha illustrato lo stato attuale del rapporto tra mondo della piccola impresa e sistema bancario, oggetto di monitoraggio costante non solo da parte dell'associazione, ma anche di tavoli di lavoro istituiti in Prefettura e alla Camera di Commercio, l'incontro è poi proseguito con il contributo del vicesegretario Roberto Faggiotto e del responsabile del servizio credito Mauro Collina.

 

Entrambi hanno evidenziato gli strumenti messi in campo da Confartigianato, tra cui l'osservatorio banca e impresa, che, ciclicamente, presenta i risultati delle indagini a campione svolte presso gli associati, fornendo elementi utili per presentare una fotografia oggettiva da sottoporre all'attenzione dei partner del mondo bancario e istituzionale; le opportunità offerte dalla convenzione regionale di tesoreria, che garantisce condizioni migliorative per il 70% delle imprese dell'artigianato; sino allo sportello credito, attivato per effettuare un controllo sugli estratti conti bancari e per raccogliere le segnalazioni di situazioni critiche nel rapporto con l'istituto creditizio di riferimento. Obiettivo dei relatori era il coinvolgimento degli imprenditori, che sono intervenuti numerosi per illustrare una ricca casistica di problematiche. 


Filo conduttore degli interventi degli imprenditori è stata la sostanziale difficoltà nel rapportarsi con le banche, sempre più distanti dal cliente, sia per l'intenso turnover del personale, con cui non si riesce a creare un rapporto di fiducia, sia perché l'informatizzazione ha ridotto i tempi di confronto con il personale dello sportello, comportando di fatto un aggravio di lavoro per l'azienda, senza una corrispondente riduzione di costi per la gestione delle operazioni. 
Di fronte alle numerose sollecitazioni, il vicepresidente Grazioso, nella sua duplice veste di dirigente di Confartigianato e di presidente del comitato d'area di Unifidi provinciale, il consorzio unitario di garanzia per le imprese, ha ribadito l'importanza del confronto con Confartigianato come collettore di informazioni, in grado di evidenziare situazioni paradossali e ridiscuterle con il sistema bancario. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -