Forlì: impronte digitali su bimbi rom, Bartolini (An-PdL): "L'Italia non è razzista"

Forlì: impronte digitali su bimbi rom, Bartolini (An-PdL): "L'Italia non è razzista"

FORLI' - "Il Partito Democratico in Regione più l'Italia dei Valori sono firmatari di una risoluzione presentata il 18 luglio con la quale esprimevano totale dissenso in ordine alla identificazione e il censimento dei bambini e delle bambine di etnia Rom attraverso le impronte digitali, così come previsto dal provvedimento sulla sicurezza del Governo Berlusconi e sono stati zittiti dal commissario Europeo alla giustizia Jacques Barrot  il quale ha detto che si possono prendere impronte e l'Italia non è razzista".

 

Così si è espresso Luca Bartolini, consigliere regionale di An-PdL in merito al pacchetto sicurezza sui bambini Rom che ne prevede l'identificazione e il censimento tramite impronte digitali.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La solita contrapposizione becera e ideologica dei ravveduti ex comunisti più  il Dipietrista doc dell'Italia dei Valori - dice Bartolini -  hanno fatto una figura che dimostra la qualità e lo spessore di questi partiti vittime dell'anti Berlusconismo senza se e senza ma. Spero che questa risibile risoluzione venga a questo punto ritirata dai presentatori per porre fine ad una situazione ridicola e senza via d'uscita. L'Assemblea Legislativa non può impegnare il proprio tempo per discutere una  proposta che se fosse approvata, metterebbe la Regione Emilia Romagna in stato di guerra con la Commissione Europea".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -