Forlì: incontro pubblico dedicato alla povertà

Forlì: incontro pubblico dedicato alla povertà

FORLI' - Mercoledì 27 Maggio alle ore 20,45, presso la Saletta della Banca di Forlì ( via Bruni, 2 ), la Caritas diocesana e l'Associazione Centro d'ascolto e prima accoglienza "Buon Pastore", propongono l'ormai tradizionale incontro pubblico annuale per la presentazione dei dati sulle povertà, dal titolo: Che nessuno sia senza speranza!

 

Il Centro di Ascolto e Prima Accoglienza "Buon Pastore" è una realtà promossa dalla Caritas Diocesana fin dal 1989, costituitasi in associazione nel 1995. Uno strumento operativo che è segno dell'attenzione della Chiesa locale verso i poveri, luogo di promozione di percorsi di uscita dall'emarginazione e "antenna" e luogo di osservazione dei bisogni e dei disagi del territorio.

 

L'attività del Centro parte dall'ascolto, dall'informazione e dall'orientamento e prevede vari servizi tra i quali una mensa, la distribuzione di pacchi alimentari e di indumenti, consulenze mediche e farmaceutiche, servizi di prima colazione, bagni, docce e lavanderia e tre strutture di accoglienza residenziale.

 

Oltre alla presentazione del dossier del Cda, per la prima volta, verrà presentato anche il report dell'Osservatorio diocesano delle povertà e risorse, uno strumento promosso dalla Caritas diocesana per aiutare la comunità cristiana a rilevare sistematicamente le situazioni di povertà, di disagio ed emarginazione presenti sul territorio e le loro dinamiche di sviluppo, comunicando e rivolgendosi alla comunità ecclesiale e all'opinione pubblica, favorendo la messa in rete e il coinvolgimento dei diversi attori impegnati sul territorio. Compito dell'Osservatorio, inoltre, è verificare e approfondire l'utilizzo delle risorse e stimolare eventuali proposte d'intervento.

 

Dopo una breve introduzione del direttore della Caritas, Sauro Bandi, interverrà Antonella Fabbri, direttrice del Centro Buon Pastore che offrirà una sintetica panoramica sui volti, i numeri, le provenienze delle persone incontrate, puntualizzando la riflessione su alcune situazioni di disagio acuitesi a causa della crisi economica e sulla realtà composita e delicata dei rifugiati, irregolari e clandestini presenti sul nostro territorio.

 

Seguirà un intervento di Marcello Copertino, referente dell'Osservatorio povertà e risorse, che approfondirà il tema delle famiglie in difficoltà, ma anche delle famiglie come risorsa sociale, dell'importanza della rete di famiglie per rafforzare la coesione sociale e il sistema di welfare. Verranno inoltre presentate alcune realtà che sul territorio costituiscono un "modello" di attenzione e valorizzazione della famiglia.

 

Il terzo intervento sarà affidato a don Franco Appi, responsabile del Centro diocesano per la pastorale sociale e del lavoro, che a partire dai dati e dalle riflessioni offerte, approfondirà il nesso tra poveri, crisi economica e i valori e riferimenti etici per una società e una politica a servizio del bene comune.

 

Agli interventi seguirà il dibattito.

All'incontro sono state invitate le autorità civili ed ecclesiali oltre agli operatori dei servizi sociali, delle Caritas e dei Centri d'ascolto parrocchiali.

 

Obiettivo dell'incontro è offrire alla città strumenti di conoscenza della realtà dell'emarginazione e della povertà sul territorio, ma anche delle risorse e delle reti di solidarietà attive, nella speranza che la dignità delle persone, con i loro diritti e doveri, sia la base di una serena e civile convivenza.

 

Il 2 Giugno, poi, i promotori dell'incontro organizzano una grande festa presso il Buon Pastore, dalle 16 alle 20, con musica e danze dal mondo, giochi, buffet: anche questo è un modo per festeggiare la Repubblica con i cittadini di tante nazioni presenti a Forlì

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -