Forlì, inquinamento. Il PD: "fiducia nelle istituzioni, fugare ogni dubbio"

Forlì, inquinamento. Il PD: "fiducia nelle istituzioni, fugare ogni dubbio"

FORLI' - "Massima fiducia nelle istituzioni e negli organi deputati a monitorare la salute pubblica". Lo afferma il Partito Democratico, attraverso il segretario territoriale Marco Di Maio e la capogruppo in consiglio comunale a Forlì, Veronica Zanetti. "Non vanno certo sottovalutate le preoccupazioni che sono emerse in questi giorni - ammettono i due esponenti democratici - ma di fronte alle rassicurazioni di Arpa e Ausl, cioè degli organismi a cui spettano il controllo e il monitoraggio delle emissioni, è necessario abbassare i toni ed evitare di spargere allarmismi esagerati".

 

"La saluta pubblica è una priorità assoluta di fronte alla quale non c'è nulla che possa venir prima - affermano Di Maio e Zanetti - e dunque ben vengano gli ulteriori approfondimenti che Arpa e Ausl si sono impegnati ad effettuare per fugare ogni dubbio e rispondere alle preoccupazioni; siamo fermamente convinti, però, che vada respinto anche il solo pensiero che Ausl, Arpa e Comune di Forlì possano sottacere pericoli per la salute per favorire interessi particolari".

 

"Ciò non significa certo che si debba abbassare la guardia, anzi - fanno notare Di Maio e Zanetti -; c'è una fonte di inquinanti che va contrastata con la stessa forza, anzi maggiore, che è quella derivante dal traffico veicolare. Le polveri sottili la cui produzione è favorita dalla vicinanza dell'autostrada e di altre arterie di grande traffico nei pressi di Coriano, rendono quella zona (e non solo quella) particolarmente inquinata".

 

"Siamo disponibili a sostenere tutte le battaglie che vanno nella direzione di contrastare l'inquinamento da polveri sottili - affermano i due esponenti democratici - ma non siamo in alcun modo disponibili a pensare che istituzioni come Arpa, Ausl e soprattutto il Comune di Forlì abbiano interessi specifici nel sottacere eventuale ed effettivi pericoli per la salute".

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di corso.rossi
    corso.rossi

    Certo che la mancanza di chiarezza e trasparenza pesa non poco nel pensiero dei cittadini.Le cosiddette istituzioni dicono una cosa l a Gentilini,che non è sprovveduta,ne dice altre.Istintivamente crederei di piu' alla Gentilini che non ha nessun interesse a dire cose non vere ed alla quale le ricerche fino ad oggi fatte laddove vi sono inceneritori danno ragione.Ma mi chiedo a meno di 3 km dall'inceneritore : come stanno le cose ? Quanta è la diossina.Il discorso sul traffico è assolutamente mistificatorio: non si può dire: si is va bene l'inceneritore dà fastidio ma siccome c'è l'autostrada allora è mal comune mezzo gaudio....comunichiamolo a coloro che stanno a metà strda tra autostrada ed inceneritore per vedere come saranno felici.Poi il soprattutto il Comune come se Ausl e Arpa potessero dire bugie ed il Comune no,se la difesa del Comune sull'niceneritore deve essere la stessa fatta per Hera,Romagna acque,ospedale ed aereporto allora non c'è proprio da stare tranquilli.

  • Avatar anonimo di Michelangelo Merisi
    Michelangelo Merisi

    Il PD, non si smentisce mai....sono disponibili a sostenere le battaglie per contrastare l'inquinamento, ma non le vogliono fare. R.I.D.I.C.O.L.I !

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -