Forlì, inseguimento in pieno centro. Arrestato spacciatore di hashish

Forlì, inseguimento in pieno centro. Arrestato spacciatore di hashish

Forlì, inseguimento in pieno centro. Arrestato spacciatore di hashish

FORLI' - Spacciatore di hashish catturato dai Carabinieri dopo un inseguimento in pieno centro a Forlì. E' successo sabato, all'ora di pranzo, in via Dei Filergiti, nei pressi del comando dell'Arma. Le manette sono scattate per Larry Poggiali, un forlivese di 36 anni, residente a San Martino in Strada, con precedenti specifici. Ora si trova al fresco con le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, resistenza aggravata e lesioni a pubblico ufficiale.

 

>LE IMMAGINI DELLA DROGA RECUPERATA

 

Rocambolesco il film dell'arresto. Tutto ha avuto inizio quando una pattuglia del ‘112' stava rientrando al comando di corso Mazzini per fine servizio. Ad un certo punto è spuntata una ‘Seat Marbella' rossa che non ha esitato a sorpassare di gran carriera la ‘gazzella'. All'auto è stato immediatamente intimato l'alt. Il conducente si è fermato, ma non ha esibito alcun documento per l'identificazione. Mentre veniva invitato ad entrare al comando, si è dato alla fuga.

 

Il grido del brigadiere ha attirato l'attenzione di alcuni colleghi in borghese, tra i quali il Tenente Cristiano Marella, a capo del Nucleo Operativo e Radiomobile. Né è nato un inseguimento che si è concluso in via Dei Filergiti, dove l'individuo aveva trovato in un noto locale pubblico un nascondiglio. Scoperto dai Carabinieri, gli si è avventato contro. Ne è nata una colluttazione nella quale il Tenente ha riportato tre giorni di prognosi.

 

Durante l'interrogatorio Poggiali ha affermato di "aver perso la testa" perché aveva già avuto a che fare con le forze dell'ordine per precedenti di droga. Gli uomini dell'Arma hanno perquisito l'auto senza trovare nulla di compromettente, mentre nascosti sotto una vettura parcheggiata in via Fratti sono spuntati tre panetti di hashish, ciascuno di 100 grammi, di cui il 36enne era riuscito a disfarsi durante l'inseguimento. A casa c'era un altro pezzettino da 50 grammi.

 

Messo così alle strette, l'uomo ha confessato di aver acquistato la droga nel bolognese e che era tornato nel mondo dello spaccio per difficoltà economiche nel campo dell'edilizia, suo lavoro dopo aver scontato il prezzo con la giustizia. Per Poggiali si sono così nuovamente aperte le porte del carcere, dove si trova a disposizione del pm Filippo Santangelo che ha seguito l'inchiesta. L'arresto è stato convalidato dal giudice.

 

Giovanni Petrillo


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -