Forlì, investita sulle strisce mentre accompagna il nipote a scuola. Grave una 62enne

Forlì, investita sulle strisce mentre accompagna il nipote a scuola. Grave una 62enne

Forlì, investita sulle strisce mentre accompagna il nipote a scuola. Grave una 62enne

FORLI' - Una 62enne romena si trova ricoverata all'ospedale ‘Maurizio Bufalini' di Cesena per le gravi lesioni riportate in un incidente stradale avvenuto mercoledì mattina a Forlì in via Vespucci, all'altezza del civico 22. La donna stava accompagnando il nipote a scuola e stava attraversando la strada sulle strisce quando, per cause ancora al vaglio alla Polizia Municipale, è stata colpita da una "Ford Fiesta" che stava percorrendo l'arteria con direzione di marcia verso il centro.

 

>LE IMMAGINI DELL'INCIDENTE

 

L'automobilista, un cinquantenne ravennate, forse tradito anche dalla pioggia battente e dall'asfalto bagnato, non è riuscito ad evitare l'impatto. Miracolosamente il bambino non è stato colpito perchè insieme alla madre si trovava qualche metro più avanti rispetto alla nonna. La 62enne invece è stata soccorsa dai sanitari del ‘118', presenti sul posto con un'ambulanza e l'auto medicalizzata, e trasportata con il codice di massima gravità al trauma center dell'ospedale ‘Bufalini' di Cesena. Ai rilievi ha assistito anche la figlia della 62enne. La ferita è ricoverata in prognosi riservata.

 

Poco prima, intorno alle 7.30, un uomo è stato investito invece in via Colombo all'altezza del civico 13 da una 'Lancia Y' condotta da una giovane che si stava dirigendo verso la stazione. Soccorso dai sanitari del '118', l'uomo è stato giudicato guaribile dal personale del 'Morgagni-Pierantoni' in sessanta giorni. Anche in questa circostanza i rilievi sono stati effettuati dagli agenti della Polizia Municipale.


Commenti (10)

  • Avatar anonimo di reverse
    reverse

    a questo punto ho capito una cosa: ti vuoi suicidare? attraversa le striscie pedonali in via ravegnana a foro boario nessuno se ne accorge neppure di averti investito.....

  • Avatar anonimo di Luis78
    Luis78

    Ottimo Davide...secondo quello che dici faremmo prima ad andare a cavallo. I velox servono x fare cassa e nn portano a niente. Certa gente fa i 30km/h e sarebbe da arrestare perchè fa fare incidenti!!! Il buonsenso ti aiuta a capire la velocità da tenere anche se il limite è ai 50 si vede quando puoi fare i 100 o i 30... Prova a cambiare città tipo Bologna e guida come i vecchiettini....duri 5 minuti

  • Avatar anonimo di ReArtù
    ReArtù

    Occorre prestare molta attenzione quando si gira e questo vale anche per i pedoni e ciclisti. Gli incidenti capitano ma, sempre più spesso capitano anche pedoni che distrattamente, a volta al telefonino, attraversano sulle righe pedonali senza neanche guardare se arriva qualcuno. Dobbiamo convivere tutti e quindi, a tutti, di nuovo attenzione.

  • Avatar anonimo di Max67
    Max67

    Per "oOoOoOoOo"... "devono avere anche la cortezza"... "La cortezza" fa paura...

  • Avatar anonimo di simy
    simy

    Poveretti!Speriam bene! Molti le strisce fanno finta di non vederle( specie quando c'è tanto traffico...) e vanno un pò troppo fortino per essere in città....se andassero più piano arriverebbero con due minuti in ritardo ma senza stirare nessuno. non ho mai capito perchè gli attraversamenti pedonali( es nelle rotonde )sono sempre attaccate alle uscite...tipo in viale vittorio veneto...un pò pericolosine cosi....

  • Avatar anonimo di @rmy
    @rmy

    I pedoni e i ciclisti si fanno più male, quindi hanno la precedenza ma STA A LORO prestare la massima attenzione per la LORO incolumità... Buttarsi sulle strisce pedonali con la sicurezza del diritto di precedenza è una cosa stupida. E quotando un commento precedente.... . ...nella città ecologica ideale i pedoni ed i ciclisti hanno sempre la precedenza rispetto alle auto (vedi Amsterdam).... si ma ad Amsterdam hanno anche i coffee shop... e le vetrine "utili",,, eh, se vogliamo scopiazzare l'altrui cultura, dobbiamo scopiazzare come si deve... ma poi tiriamo in ballo la politica, il vaticano e bla bla bla.... Quando l'unica cosa realmente necesarria sarebbe il BUONSENSO.

  • Avatar anonimo di oOoOoOoOo
    oOoOoOoOo

    condivido con Davide3, non capisco cosa centra quasta volta la figura del poilitico... ci vuole meno velocità, più senso civico, in questo caso rallentare e fermarsi per far passare i pedoni, poi sarebbe bene fermarsi anche una decina di metri prima se è possibile, almeno se ti tamponano non troppo forte salvi il pedone; cmq i pedoni devono avere anche la cortezza di passare quando ritengono che la situazione sia sicura e non buttarsi così sulla strada, anche se ci sono le strisce pedonali, perchè se poi ti butti sulle strisce non diventi un immortale.

  • Avatar anonimo di Davide3
    Davide3

    che cosa centra Biserna con due persone investite sulle striscie?? Qua siamo al livello di "piove, governo ladro"... Più che altro siamo al livello di commenti prezzolati o fatti ad arte... una novità per noi in Italia ma una cosa già conosciuta in america. Fosse per me riempierei di autovelox e isole "salvapedoni" le strade, qualche leghista del "diritto ad andare forte e comune che fa cassa" si lamenterebbe ma vuoi scommettere che le macchine andrebbero più piano e ci sarebbero meno morti? ma alla gente non frega nulla dei morti, basta poter andare forte

  • Avatar anonimo di reverse
    reverse

    caro biserna un cavolo!!!!! quando ti decidi a cambiare sistema sono anni che aspettiamo.

  • Avatar anonimo di apaz
    apaz

    ...nella città ecologica ideale i pedoni ed i ciclisti hanno sempre la precedenza rispetto alle auto (vedi Amsterdam). Qui da noi sono gli "estranei" delle strade. A quando il cambiamento caro Biserna?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -