Forlì, iper. Minutillo (La Destra): "No alla variante"

Forlì, iper. Minutillo (La Destra): "No alla variante"

Forlì, iper. Minutillo (La Destra): "No alla variante"

FORLI' - Dopo la richiesta di Coopsette di autorizzare la variante per l'ampliamento dell'Iper di Via Punta di Ferro a Forlì, già sottoposto a sequestro dalla Magistratura forlivese per abusi edilizi che riguardavano proprio l'illegittima edificazione di migliaia di metri quadrati, il Candidato a Sindaco per La Destra, Francesco Minutillo, annuncia: "Impediremo con tutte le nostre forze ed andando in tutte le sedi possibili la concessione della variante".

 

Quindi la provocazione: "Se poi, a soli novanta giorni dalle elezioni - dice sarcastico il candidato sindaco Minutillo -  la Giunta Masini dovesse concedere ai compagni della Coopsette la variante di ampliamento a 21.000 metri quadrati, mi auguro che tutte le forze politiche che dichiarano di opporsi a questa sinistra sostengano con forza al Ministero dell'Interno lo scioglimento anticipato della giunta ed il commissariamento del Comune di Forlì perché sarebbe troppo evidente l'infiltrazione di poteri estranei a quelli politici nella gestione della cosa pubblica comunale".

 

"Ricordo a tutti" spiega Minutillo "che Coopsette aveva già provveduto ad ampliare a  21.000 mq la propria struttura ben prima che ciò fosse consentito dalle precise disposizioni in materia e che la Giunta Masini si apprestava a farsi complice nell'operazione legittimando ex post edificazioni che la magistratura ha dichiarato abusive. Anzi, se la manovra non andava a buon fine, i cittadini di Forlì devono solo ringraziare la Procura della Repubblica di Forlì che non ha esitato, giustamente, ad intervenire pretendendo il rispetto della legge".

"Oggi - afferma Minutillo -  l'Iper di via Punta di Ferro è un nodo irrisolto che potrà essere affrontato solo dalla prossima Giunta comunale, dopo che anche i cittadini forlivesi avranno potuto esprimere il loro giudizio al voto del 7 giugno".

 

Minutillo, quindi, attacca il Candidato a Sindaco del PD Balzani: "Sarei veramente curioso di sapere cosa ne pensa Balzani della questione visto che, se veramente costui, come dice, rappresenta il nuovo e la discontinuità  con il passato, e, quindi anche dalla Giunta Masini, non dovrebbe esitare ad esprimere una posizione di distanza dalle esigenze di Coopsette, ponendo in primo piano quelle della legittimità e del commercio forlivese. Altrimenti Balzani si rivelerebbe per ciò che in realtà è: la brutta copia maschile di Nadia Masini".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -