Forlì, l'assessore Rava: "Il proprietario tenga in sicurezza l'ex Eridania"

Forlì, l'assessore Rava: "Il proprietario tenga in sicurezza l'ex Eridania"

Forlì, l'assessore Rava: "Il proprietario tenga in sicurezza l'ex Eridania"

FORLI' - Il Comune di Forlì non ha progetti specifici per la grande struttura abbandonata dell'Ex Eridania, ma ha già scritto alla cooperativa proprietaria della vasta area a ridosso della ferrovia di "provvedere alla manutenzione del bene fino a quando se ne prenderà carico il Comune", e questo perché il "detentore di beni culturali è tenuto al suo mantenimento", illustra l'assessore all'Urbanistica Paolo Rava. L'assessore ha risposto in Consiglio comunale ad un'interrogazione dei consiglieri Pdl Vanda Burnacci e Fabrizio Ragni sull'area dismessa.

 

 Accanto ad una vasta superficie libera, nel cuore della città, resta lo scheletro del vecchio zuccherificio, tutelato come opera di archeologia industriale, ma il cui recupero è estremamente costoso. "Incominciamo con l'associazione Italia Nostra una pianificazione per il futuro di questa struttura", spiega Rava. L'idea è di procedere con lo schema, già approvato, di recupero dell'opificio come contenitore culturale, e permettere, nell'area libera a fianco, la realizzazione di volumi edificabili, sia residenziale, che di altro tipo.

 

"Ma non è il momento più giusto per cercare un investitore privato che si dedichi ad un edificio di questa condizioni", spiega realisticamente Rava. Il primo scopo del Comune, in particolare, è di ottenere "l'edificio dopo una messa in sicurezza, anche per utilizzarlo solo in una minima parte". Poco soddisfatta è la risposta di Ragni: "Non c'è nulla di concreto, ma almeno c'è un generico impegno ad affrontare i problema, sebbene ancora non si parli di tempi". Tempi che, conferma Rava, non sono ancora stati definiti.

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di sefossi
    sefossi

    @oOoOoOoOo con il nome non ci faccio nulla......ma almeno completo il mio elenco dei buoni e dei cattivi. Amo capire quali aziende sul territorio tengono un comportamento "etico". E considerato lo stato di degrado dell'area la curiosità mi spinge a cercare di capire chi la tiene in quello stato..... In democrazia esiste anche la libertà di essere curiosi.....o no?

  • Avatar anonimo di oOoOoOoOo
    oOoOoOoOo

    @ se fossi e cosa ci fai con il nome dalla coperativa??? i proprietari dell'area se la vedranno con il comune e la sovrintendenza.

  • Avatar anonimo di sefossi
    sefossi

    spero che venga presa in considerazione l'area per farvi un bel centro commerciale, bello, grande, con servizio navetta sino alla stazione che è a due passi......così potremo fare la spesa anche in treno......ci manca... sarebbe anche piacevole conoscere il nome della cooperativa proprietaria...

  • Avatar anonimo di signorG
    signorG

    ma perchè non si bandisce un concorso di architettura per quest'area? ovviamente d'accordo con la proprietà... ne gioverebbero tutti e si darebbe l'opportunità a Forlì di avere edifici degni di questo nome...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -