Forlì, l'attesa dei forlivesi in piazza per l'arrivo di Napolitano

Forlì, l'attesa dei forlivesi in piazza per l'arrivo di Napolitano

Forlì, l'attesa dei forlivesi in piazza per l'arrivo di Napolitano

FORLI' - Prima l'orario, non troppo comodo. Poi il freddo, quindi anche una leggera pioggerellina: c'erano tutti gli ingredienti possibili per dissuadere i forlivesi dall'andare in piazza sabato mattina per accogliere il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in visita a Forlì prima di recarsi nel pomeriggio a Ravenna. Eppure nonostante tutte tantissimi sono stati i forlivesi, di ogni età, che hanno deciso di recarsi sotto la statua di Saffi per omaggiare assieme ad Aurelio la grande statua dedicata al patriotta forlivese.

 

> LE FOTO DELL'ATTESA

 

"Ero qui anche nel 1938 per assistere al passaggio del Re a Forlì", ricorda un anziano signore visibilmente emozionato. Accanto a lui un gruppo di ragazzi: "Siamo qui perchè Napolitano è per noi un punto di riferimento e una persona di grande prestigio. Lui rappresenta la democrazia e il paese, in Italia e fuori". Sull'emiciclo di piazza Saffi ad attendere Napolitano c'era anche una piccola scolaresca.

 

Durante l'attesa del presidente, gli assistenti civici hanno distribuito a tutti i presenti una bandiera italiana con dietro il testo dell'inno nazionale. Un modo per ingannare l'attesa. Il presidente si è presentato puntuale alle 9.30 in piazza, regalando un brivido ai presenti e agli 800 invitati seduti al teatro "Diego Fabbri" che hanno assistito all'evento sul maxi-schermo.


Forlì, l'attesa dei forlivesi in piazza per l'arrivo di Napolitano

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -