Forlì, l'ennesimo schianto sul Muraglione. Ferito centauro di 27 anni

Forlì, l'ennesimo schianto sul Muraglione. Ferito centauro di 27 anni

Foto di repertorio-505

FORLI' - La strada del Muraglione è stato il teatro dell'ennesimo incidente che ha visto coinvolto un motociclista. Si tratta di un cervese di 27 anni, G.D.S. le sue iniziali, ricoverato all'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Vecchiazzano. Secondo quanto ricostruito dagli agenti della PolStrada di Rocca San Casciano, il centauro, in sella ad una Yamaha R1, stava percorrendo la Statale 67 in direzione del passo quando, all'uscita di una curva, si è scontrato con una "Madza".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al volante dell'auto si trovava un castrocarese. Nell'impatto, avvenuto poco dopo le 14 a Bocconi al chilometro 152+900, la moto è rimasta completamente distrutta. Il 27enne ha riportato lesioni di media gravità, curate al pronto soccorso dell'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Vecchiazzano.

Commenti (6)

  • Avatar anonimo di caccia
    caccia

    ..quoto il commento di lupoalberto..il ragazzo in questione è un amico...e eravamo in comitiva...prima di tutto era una R6...ma il mille fa più notizia...in secondo luogo le conseguenze (grazie a Dio) sono un migniolo rotto..in terzo luogo è stato ommesso di dire che il ragazzo ha dovuto evitare un masso rotolato sulla carreggiata dinnanzi a lui e visto anche dal conducente dell'auto..come sempre le cose prendono il colore che gli si vuole dare..e difficilmente quello che in realtà hanno..

  • Avatar anonimo di Gim
    Gim

    C'è un solo modo per quasi azzerare il rischio di incidenti, andare piano (quindi rispettare i limiti anche quando sembrano assurdi) ed avere la massima attenzione/concentrazione (quindi zero alcool, no cellulari e via dicendo). Mi direte: hai scoperto l'acqua calda! Sarà, ma molti centauri continueranno a sentirsi dei "valentinorossidenoialtri" e gli automobilisti continueranno a non rispettare i mlimiti, parlare al cellulare se non peggio e a mettersi alla guida anche se non completamente lucidi.

  • Avatar anonimo di fabiolinofc
    fabiolinofc

    Volete un consiglio:non viaggiate nella ss 67 il venerdì sabato e domenica ...è troppo pericolosa con troppi piloti

  • Avatar anonimo di lupoalberto
    lupoalberto

    Gent.mo Alighiero, La invito a leggere l'articolo successivo a questo, quello dal titolo " Sorpasso azzardato dettato dall'alcol: carambola sulla Cervese"; se al posto di altre due autovetture ci fossero state due moto probabilmente i danni per le persone coinvolte non sarebbero stati così lievi. Tutto questo per dire che i piloti di paglia viaggiano sia su 2 che, in misura ben più numerosa, su 4 ruote. Saluti.

  • Avatar anonimo di @rmy
    @rmy

    "si sta come d'autunno sugli alberi le foglie..." Se così tanti feriti e morti non sono un segnale forte.... Significa che sanno bene ciò che rischiano, la loro vita, e siccome la vita e loro son liberi di farne ciò che vogliono.

  • Avatar anonimo di Alighiero
    Alighiero

    non sarà giunto il momento di dare un segnale forte a questi "piloti" di paglia ?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -