Forlì, l'ex direttore amministrativo Ausl Sandro Casoli sotto torchio del pm

Forlì, l'ex direttore amministrativo Ausl Sandro Casoli sotto torchio del pm

Forlì, l'ex direttore amministrativo Ausl Sandro Casoli sotto torchio del pm

FORLI' - Cinque ore sotto il torchio del pm Alessandro Mancini. L'ex direttore amministrativo dell'Ausl di Forlì Sandro Casoli è stato fino a tarda ora in Procura a rispondere alla tempesta di domande del sostituto procuratore che sta portando avanti una complessa indagine sulla sanità, con più filoni paralleli che, tuttavia, porterebbero un unico marchio, la gestione dell'area vasta sanitaria in Romagna. E Casoli, interrogato, avrebbe ammesso che del buco di 59 milioni di euro dell'Ausl di Forlì tutti sapevano, compresa la Regione.

 

Sarebbe quindi stata smentita la versione dell'ex assessore regionale Giovanni Bissoni, secondo cui il buco non fu mai comunicato all'ente di viale Aldo Moro e che venne scoperto grazie ad un certosino lavoro dei contabili interni della Regione, che appunto non approvarono il consultivo inviato dal Morgagni alla Regione. Per Casoli, invece, erano stati promessi finanziamenti che poi non arrivarono. Per il maxi-buco dell'Ausl venne silurato il precedente direttore generale Claudio Mazzoni.

 

Questo filone di indagine vedrebbe indagati, oltre a Mazzoni e Casoli, anche altri quattro dirigenti dell'Ausl di Forlì per falso in bilancio.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -