Forlì, l'ospedale Morgagni va a fuoco: ma solo per esercitazione

Forlì, l'ospedale Morgagni va a fuoco: ma solo per esercitazione

Forlì, l'ospedale Morgagni va a fuoco: ma solo per esercitazione

FORLI' - Il padiglione Allende dell'ospedale "Morgagni-Pierantoni" va a fuoco, ma per una simulazione diretta a testare le capacità di reazione del personale in caso di incendio. Mercoledì è stata, infatti, organizzata un'esercitazione congiunta fra Ausl di Forlì e Comando dei Vigili del Fuoco di Forlì diretta a valutare l'attuazione delle procedure di sicurezza apprese nei corsi di formazione e, più in generale, la concreta applicazione del piano d'emergenza.

 

Chiaramente, sono state prese tutte le precauzioni del caso per evitare qualsiasi tipo di ripercussione su degenti e attività del reparto ospedaliero. La prova, progettata dall'ingegner Giuseppe Loberto, responsabile formazione dei Vigili del Fuoco, e coordinata da Magda Zignani, direttore del Servizio di Prevenzione e Protezione Aziendale dell'Ausl di Forlì, ha inscenato un incendio per corto circuito, nel reparto di Geriatria al 2° piano del padiglione Allende, con densa coltre di fumo prodotta da apposita macchina dei Vigili del Fuoco. Per rendere più complesso l'intervento, il personale di servizio non è stato avvisato, così da verificarne l'effettiva preparazione. Inoltre, sono stati aggiunti ulteriori handicap di tipo sanitario, prevedendo il soccorso su un manichino per arresto cardio-circolatorio e su persona per trauma al femore.

 

«Il training è stato utile per valutare le sinergie, nell'ottica del miglioramento continuo delle condizioni di sicurezza di chi opera nella struttura e dei cittadini che usufruiscono dei servizi dell'ospedale - illustra la Magda Zignani - All'esercitazione erano presenti anche alcuni osservatori qualificati, chiamati a controllare l'andamento dell'esercitazione e per valutare l'efficacia dei comportamenti, discussi successivamente nel debriefing».

 

Complessivamente, l'intervento ha coinvolto 25 degenti, 10 visitatori, 8 operatori sanitari e 9 Vigili del Fuoco. Le operazioni di evacuazione dal reparto, a cura del personale sanitario, sono avvenute in circa 10 minuti; dopo altri 15 minuti, i Vigili del Fuoco hanno consentito il rientro nelle stanze.

«Ringraziamo - commenta Zignani - tutti coloro che si sono impegnati, e che ogni giorno s'impegnano, per promuovere il principio della sicurezza nella struttura sanitaria».

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -