Forlì, l'Udc verso il Partito della Nazione. Pasini: "troppo distacco tra politica e cittadini"

Forlì, l'Udc verso il Partito della Nazione. Pasini: "troppo distacco tra politica e cittadini"

Andrea Pasini (a destra) assieme al deputato Gianluca Galletti

Si è svolta lunedì, presso l'Hotel San Giorgio di Forlì, l'Assemblea provinciale dell'Unione di Centro verso il Partito della Nazione. L'evento è stato un'occasione di confronto, alla presenza del deputato Gian Luca Galletti, sull'attuale momento politico nazionale e locale, anche alla luce delle prossime elezioni amministrative del 15-16 maggio 2011, che, nel nostro territorio, coinvolgono il Comune di Cesenatico. "La gente  avverte un grande distacco tra la classe politica e i problemi del paese", ha avvertito il segretario provinciale Andrea Pasini.

 

Dopo una breve introduzione del presidente provinciale Maria Grazia Bartolomei, il coordinatore Andrea Pasini ha analizzato lo scenario politico attuale, da cui si evince una situazione ambigua, ricca di comportamenti immorali, tanto da rendere incomprensibile ai cittadini qualsiasi dialettica politica.

 

"La gente  - ha affermato Pasini - avverte un grande distacco tra la classe politica e i problemi del paese e fatica a trovare un "punto di riferimento" credibile: insomma non sa più chi ascoltare e a chi credere. Anche perché la comunicazione politica è spesso strumentale e finalizzata all'attenzione dell'opinione pubblica, quando invece è necessario un progetto politico condiviso e partecipato per tornare a parlare di politica, mettendo al centro soluzioni concrete alle esigenze delle persone".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal deputato Galletti, infine, un richiamo forte ai valori etici e due considerazioni importanti: in riferimento al Polo di Centro, ha precisato che non sta nascendo un nuovo partito, ma un coordinamento di parlamentari, poi, il Federalismo municipalizzato: "Il governo - ha affermato - ce lo prospetta come una grande riforma per il paese, in realtà rischia di essere un ulteriore aggravio per le tasche dei cittadini".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -