Forlì, la Cgil alle associazioni imprenditoriali: "E' ora di patti concreti"

Forlì, la Cgil alle associazioni imprenditoriali: "E' ora di patti concreti"

Forlì, la Cgil alle associazioni imprenditoriali: "E' ora di patti concreti"

FORLI' - "L'occupazione è l'obiettivo primario di ogni comunità, ma se i disoccupati sono aumentati in un anno dal 9,6%, se oltre il 90% delle assunzioni è precaria, se i contratti a tempo determinato sono diminuiti del 24% e gli interinali sono aumentati del 45% (che ci fa dire che Forlì ha la maglia nera della buona occupazione), qualche responsabilità ci deve pur essere", la riflessione del segretario territoriale della Cgil, Enzo Santolini emerge in una lettera aperta alle associazioni imprenditoriali.

 

La premessa: "L'abbiamo detto tutti e in ogni occasione che, la forza di un territorio parte dalla capacità di coesione sociale che è in grado di costruire ed è per questo che va positivamente sottolineata la capacità nell'intero mondo della rappresentanza sociale delle imprese di presentarsi con una sola voce rispetto ai temi dello sviluppo economico territoriale. E' pur vero che i percorsi avviati, con forse un po' troppa pomposità, sul sistema infrastrutturale attraverso quattro gruppi di lavoro nell'ambito del Patto per lo Sviluppo, hanno sortito ben pochi effetti, tanto meno i previsti stati generali mai convocati. E' pur vero che se a livello regionale si è ritenuto di rimettere mano al patto per attraversare la crisi, cogliendo la gravità della situazione economica occupazionale e sociale che crisi da un lato e tagli del Governo dall'altro hanno prodotto, a livello della Provincia di Forlì - Cesena al di la di qualche buona intenzione non si è andati. E' pur vero che l'esigenza di porsi obiettivi nuovi, concreti, verificabili che diano veramente il senso del cambiamento, per passare da un approccio che è solo di strategia del minor danno a quella di reale motore protagonista di una nuova stagione di sviluppo economico che ci vede tutti protagonisti e in discussione, è una necessità improrogabile".

 

"Penso però sia anche giunto il momento di cogliere i limiti dell'attività pattizia di questi anni - sottolinea Santolini - di capire la distanza che c'è fra accordi e realtà e come il sistema dei protagonisti ha dato seguito a quegli impegni. Certo l'occupazione è l'obiettivo primario di ogni comunità, ma se i disoccupati sono aumentati in un anno dal 9,6%, se oltre il 90% delle assunzioni è precaria, se i contratti a tempo determinato sono diminuiti del 24% e gli interinali sono aumentati del 45% (che ci fa dire che Forlì ha la maglia nera della buona occupazione), qualche responsabilità ci deve pur essere. E se qualche anno fa tutti abbiamo firmato un Protocollo sulla qualità del lavoro, all'interno del Patto per lo Sviluppo che prevedeva tutt'altro da ciò che il sistema delle imprese ha realizzato e il sistema Istituzionale locale non ha perseguito, qualche responsabilità ci sarà pure".

 

"Allora per non essere il solito rompiscatole a cui non va bene nulla, provo a proporre di realizzare un tavolo, non per fare nuovi patti, ma che, assieme, definisca "buone forme" di assunzione - conclude Santolini - l'equità della durata dei contratti e il periodo massimo per essere stabilizzati, le percentuali massime di precari per azienda, l'uso corretto di alcune tipologie di lavoro e l'esclusione di altre, cosa è etico chiedere e cosa non lo è e riconfermi come principale modalità di accesso al lavoro per i giovani quella del contratto di apprendistato professionalizzante; il tutto concreto, reale, possibile, esigibile. Non sono così originale, lo so, è quello che il senso di responsabilità sociale di quell'accordo chiedeva di fare e non è stato fatto.

Quindi per essere concreti: lo facciamo o no? La CGIL come sempre c'è, consapevole degli interessi che rappresenta e attenta a quel sistema di identità territoriale che considera un valore; ma la domanda è: ci sono interlocutori?"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -