Forlì, "La città che vorrei": la Cna a confronto con il sindaco Balzani

Forlì, "La città che vorrei": la Cna a confronto con il sindaco Balzani

Forlì, "La città che vorrei": la Cna a confronto con il sindaco Balzani

FORLI' - CNA vuole vedere come è andata a finire. È con questo spirito che nasce il programma dell'Assemblea annuale di CNA Forlì, intitolata "La Forlì che vorrei: 550 giorni dopo", che si terrà sotto forma di dialogo tra il presidente di CNA Forlì, Lorenzo Zanotti, e il sindaco di Forlì Roberto Balzani, giovedì 14 ottobre a partire dalle ore 20.30 presso la Sala Domeniconi della sede CNA, in Via Pelacano 29 a Forlì.

 

Nell'aprile 2009, in vista delle elezioni amministrative, CNA commissionò all'istituto demoscopico Freni di Firenze un'indagine per sondare il sentire e le aspettative dei propri associati, sia dal punto di vista professionale che personale. Tale indagine, dal titolo "La Forlì che vorrei. La città che desidero come imprenditore e come cittadino", fu allora presentata ai candidati sindaco.

 

I temi trattati andavano dalla percezione della città alle proposte di ambiti di miglioramento per la Pubblica amministrazione, dal giudizio sulla comunicazione dell'Amministrazione comunale all'attrattività economica fino all'identità collettiva. I dati che emergevano riportavano un giudizio ampiamente positivo (82%) per quanto riguarda la vivibilità di Forlì, anche se quasi la metà (47%) la considerava anche poco stimolante e un po' noiosa. Un anno fa tre imprenditori su quattro consideravano la città sufficientemente sicura.

 

L'indagine forniva anche spunti importanti per le future Amministrazioni: ben il 67% degli intervistati, ad esempio, si riteneva convinto del fatto che lo sviluppo complessivo della città dovesse partire dalla valorizzazione del centro storico. Venivano segnalate anche altre priorità: ad esempio, per quanto riguarda gli ambiti di miglioramento della macchina comunale, il tema di gran lunga più sentito era quello della semplificazione burocratica.

 

"Si tratta di temi quanto mai attuali e per questo abbiamo ritenuto opportuno riprendere il filo del discorso avviato un anno e mezzo fa - dichiara Lorenzo Zanotti, presidente di CNA Sede di Forlì - il nostro intento, infatti, è quello di continuare a collaborare, a livello di stimolo e di proposta, per favorire lo sviluppo e la crescita in tutti i sensi del nostro territorio. CNA Forlì-Cesena è una grande forza sociale, conta quasi 8.000 imprese associate, con 33.000 addetti e 6.000 pensionati: è da questo patrimonio che nascono ogni giorni spunti interessanti e importanti che noi vogliamo veicolare all'Amministrazione".

 

Saranno poi molti altri i temi sui quali CNA si vorrà confrontare con il sindaco Balzani: dal turismo all'aeroporto, dalla fiera al tema della responsabilità sociale d'impresa, dal cablaggio del territorio al tema dell'identità romagnola.

 

"Con questa iniziativa vogliamo dare un segnale anche dal punto di vista del metodo - spiega Riccardo Guardigli, responsabile di CNA Sede di Forlì - e spiego anche come: è piuttosto usuale prima delle elezioni che le Associazioni di categoria, come anche altri soggetti, presentino ai candidati le proprie proposte. Tutto ciò però ricade solitamente in una sorta di liturgia per cui a molte proposte corrispondono molte promesse, ma mai nessuno va a vedere come poi sia andata a finire. E questo è quello che, invece, vogliamo fare noi con la nostra assemblea, che si intitola proprio "La Forlì che vorrei: 550 giorni dopo". L'intento, che poi fa parte della nostra mission, è quello di agire da pungolo e da stimolo continuo nei confronti dell'Amministrazione comunale, rimanendo sempre ancorati alla concretezza di proposte che ci caratterizza".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -