Forlì: la crisi colpisce duramente l'orchestra Maderna

Forlì: la crisi colpisce duramente l'orchestra Maderna

L'orchestra Bruno Maderna

FORLI' - La crisi economica colpisce duramente la musica forlivese. Infatti, a causa della drammatica situazione economica mondiale, la Fondazione Cassa dei Risparmi, principale finanziatore della principale stagione concertistica  cittadina "La Camera della Musica", ha tagliato i contributi di oltre il 70 percento. Il risultato è che già il concerto di giovedì, che doveva vedere sul palco l'intera orchestra, sarà limitato all'esibizione solo di un solista.

 

"L'associazione musicale Bruno Maderna, ente organizzatore della Camera della Musica, si trova ora a fronteggiare una riduzione di oltre il 70% rispetto ai contributi ricevuti negli ultimi anni, riduzione di proporzioni talmente importanti, rapportata al budget complessivo dell'associazione, da metterne a repentaglio la sopravvivenza stessa", lancia l'allarme Walter Orsingher, portavoce dell'orchestra Maderna.

 

A quanto pare, la Fondazione ha potuto quantificare l'ammontare esatto del contributo solo nelle ultime settimane, quando ormai mancano due soli concerti al termine della stagione, e l'ammontare delle spese superererebbe già considerevolmente le risorse a disposizione della Maderna.

 

"Riconosciamo il supporto che la Fondazione ha dato in questi anni alla "Camera della Musica" ed allo sviluppo complessivo dell'orchestra Bruno Maderna- continua Orsingher-e siamo sicuri che, come è sempre stato fatto in passato, anche in questo caso la Fondazione ha stanziato il massimo contributo possibile".

 

Nonostante l'emergenza, la Maderna la Maderna non cancellerà il concerto al teatro Diego Fabbri previsto per giovedì, "sarà tuttavia impossibile proporre un concerto che veda la partecipazione dell'orchestra, e sul palco del Teatro Fabbri salirà il violoncellista Umberto Clerici, che proporrà un programma per violoncello solo dal suggestivo titolo "Suite al Cubo", con musiche di Johann Sebastian Bach, Hindemith, Ligeti, Sollima" sempre Walter Orsingher. Mentre sarà cancellata l'ultimo concerto dell'orchestra Maderna previsto per il 14 maggio.

 

Il problema non è solo artistico. "E' importante che il pubblico e le istituzioni si rendano conto pienamente del fatto che dietro alla cancellazione di un appuntamento dell'orchestra Bruno Maderna, l'orchestra della città di Forlì, ci sono decine di famiglie che perdono una parte significativa degli introiti mensili previsti- spiega sconsolato il portavoce degli orchestrali- Si può anche discutere se, in momenti di crisi, la musica e la cultura siano "superflue"; certo non si può affermare che gli stipendi di chi della musica ha scelto di fare un lavoro siano più "superflui" di quelli di impiegati ed operai".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine l'appello dei musicisti: "Chiediamo al sindaco e ai candidati alle prossime amministrative che l'attività di produzione della Maderna sia considerata un valore culturale, artistico e professionale per la città, inserito fra le priorità della pianificazione culturale del Comune, e che la Maderna sia riconosciuta come un interlocutore di primaria importanza per la progettazione di tutte le attività musicali. Chiediamo agli enti pubblici e ai soggetti privati di affiancarci in questa sfida sostenendoci economicamente, con servizi e incoraggiamenti  ed aiutandoci a reperire i finanziamenti necessari a mantenere viva la programmazione sinfonica del cartellone musicale di Forlì".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -