Forlì, "La Dolce Vita" inaugura Cinemadivino

Forlì, "La Dolce Vita" inaugura Cinemadivino

FORLI' - Dopo l'anteprima in Germania dei giorni scorsi, sabato 12 giugno a Vecchiazzano di Forlì, azienda Dre Donà,  prende il via l'edizione 2010 di "Cinemadivino - i grandi film si gustano in cantina".

 

"Cinemadivino" non è solo una "semplice" rassegna cinematografica. "Cinemadivino", che festeggia la settima edizione, è convivialità, piacere di stare insieme e soprattutto scoperta del territorio, di alcune sue eccellenze enogastronomiche, a partire ovviamente dal vino. Infatti, la formula vincente di "Cinemadivino" è quella di far ammirare sul grande schermo direttamente nelle aie della aziende vinicole e nei cortili delle cantine i film (tutti rigorosamente ancora in pellicola 35 mm) sorseggiando un calice di vino e gustando alcuni piatti tipici del nostro territorio.

 

Per i più romantici, novità di questo 2010, c'è la possibilità di fare un originale "Picnic tra le vigne", con servizio direttamente al tavolo fra i filari dei vigneti dove si potrà degustare il "cestino" dei prodotti tipici al costo di 13 euro (solo su prenotazione).

 

Le aziende saranno pronte ad ospitare gli spettatori dalle ore 19.30 e, per chi lo vorrà e solo su prenotazione, sarà possibile effettuare anche una visita guidata (ore 20.15).  L'inizio delle proiezioni è fissato verso le 21.30.  Il costo del biglietto d'ingresso è di 10 euro e comprende la visione del film, la visita guidata alla cantina e l'assaggio di 3 calici di vino in degustazione.

 

Marcello, scrittore mancato che lavora per un giornale scandalistico con la scorta di un paparazzo (fotoreporter), fa incontri ed esperienze nella Roma mondana, cinematografara e intellettuale di via Veneto e dintorni. Viaggio attraverso il disgusto, cinegiornale e affresco di una Roma raccontata come una Babilonia precristiana, affascinante e turpe. Una materia da giornale in rotocalco trasfigurata in epica. Uno spartiacque nel cinema italiano, un film-cerniera nell'itinerario felliniano con la sua costruzione ad affresco, a blocchi narrativi e retrospettivamente un film storico che interpreta con acutezza un momento nella storia d'Italia. Dopo lo scandalo ecclesiastico e politico, un successo mondiale. Lanciò, anche a livello internazionale, il termine "paparazzo". Palma d'oro a Cannes e Oscar ai costumi di Piero Gherardi. 3 Nastri d'argento 1961 al soggetto originale, M. Mastroianni e P. Gherardi (scene).

 

Per informazioni e prenotazioni: tel. 345 95 200 12 www.cinemadivino.net 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -