Forlì: la Municipale incrocia le braccia sabato. "Chiediamo considerazione e rispetto"

Forlì: la Municipale incrocia le braccia sabato. "Chiediamo considerazione e rispetto"

Forlì: la Municipale incrocia le braccia sabato. "Chiediamo considerazione e rispetto"

"La Polizia Municipale di Forlì sciopera sabato 6 settembre, a difesa della propria professionalità, contro il disinteresse e la totale assenza di considerazione degli organi dirigenziali dell'amministrazione". Fp Cgil, Fps Cisl e Fpl Uil annunciano, che, nella giornata della Coppa Placci, i vigili incrocieranno le braccia. Lo sciopero coinvolgerà tutta la Polizia Municipale e tutti i turni. Saranno in servizio solo un esiguo numero di vigili precettati.

 

Saranno 4 agenti per turno, più 2 reperibili, a coprire la giornata. Nella nota dei sindacati si legge: "I dipendenti  della Polizia Municipale di Forlì, consapevoli dell'importanza del proprio ruolo, continuano a garantire tutti i servizi e presidiano il territorio, nonostante non si riescano a risolvere questioni di ordinaria routine". I problemi lamentati sono tanti ed alcuni durano da parecchi anni, nemmeno l'ultimo tentativo di conciliazione con l'amministrazione, tenutosi martedì, davanti al prefetto, ha sbloccato la situazione.

 

"L'amministrazione non dà risposte - sottolinea Martina Castagnoli, Fps Cisl - chiediamo da un anno e mezzo un tavolo per poter dimostrare che si crede in quello che la Polizia Municipale fa". I disagi sono numerosi, a partire dalla richiesta di una sede maggiormente fruibili dalla cittadinanza, priva di barriere architettoniche e maggiormente sicura per chi vi lavora: "urgente - si legge nella nota - la predisposizione della camera di sicurezza per gli stati di fermo".

 

Ovviamente tra i maggiori problemi quello della carenza di organico: sono 93 gli agenti della Polizia Municipale di Forlì, dovrebbero essere 120. "Delle 8 assunzioni previste  per il 2008 non ne è stata fatta nessuna - spiega Dealma Mengozzi, Fp Cgil- nessuna nemmeno nel 2007 quando le graduatorie lo consentivano". Si parla anche di organizzazione del lavoro nelle richieste dei sindacalisti: "si chiede una formazione omogenea, durante l'orario di lavoro, per tutto il corpo, una distinzione fra funzioni proprie del corpo e competenze amministrative ed una diversa gestione del contenzioso e dei rapporti con il giudice di Pace". Insomma una netta definizione delle competenze specifiche.

 

Infine si chiedono con urgenza "la dotazione di tutti i dispositivi di protezione individuale, compresa la dotazione per i motociclisti, auto adibite al trasporto di persone in stato di fermo". I disagi sono davvero tanti e "lo sciopero - conclude Elide Rusticali, Fpl Uil - è anche a difesa del ruolo sociale del lavoro pubblico".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiara Fabbri

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -