Forlì: la nube di cenere costerà all'aeroporto un totale di 196mila euro

Forlì: la nube di cenere costerà all'aeroporto un totale di 196mila euro

Forlì: la nube di cenere costerà all'aeroporto un totale di 196mila euro

FORLI' - Primo giorno di traffico aereo regolare per l'aeroporto di Forlì Luigi Ridolfi: lo conferma il presidente della società di gestione Seaf. Ed è stato anche un giorno per tirare il fiato e calcolare le somme del danno subito, anche perché se ci sarà da richiedere una qualche forma di risarcimento o di dichiarazione di stato di calamità, ogni scalo dovrà avere un conto pronto. Negli uffici della Seaf, il calcolo è stato stilato: i quattro giorni di passione sono costati 196 mila euro.

 

Sono circa diecimila i passeggeri, tra arrivi e partenze, coinvolti nei disagi delle cancellazioni dei voli. La media definitiva calcolata, spiega Rusticali, "di 49 mila euro al giorno, e solo per la Seaf, dato che per le compagnie aeree i danni sono ben maggiore". Nel calcolo, Rusticali ci mette le ore di lavoro mancato, i servizi di handling che non hanno reso per il mancato arrivo dei velivoli. Insomma, ogni passeggero che non è arrivato al Ridolfi o è rimasto in aerostazione nella vana attesa di una partenza è costato alla società di gestione circa 20 euro.

 

Come per gli altri aeroporti, conclude il presidente Rusticali, a Forlì "non ci sono coperture assicurative che mettano al riparo da questo tipo di calamità naturali". La speranza, quindi, al Ridolfi, è un intervento del governo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -