Forlì, la Regione: "L'aeroporto Ridolfi diventi uno scalo merci verso la Cina"

Forlì, la Regione: "L'aeroporto Ridolfi diventi uno scalo merci verso la Cina"

Forlì, la Regione: "L'aeroporto Ridolfi diventi uno scalo merci verso la Cina"

FORLI' - Cambiare la vocazione dell'aeroporto di Forli': da passeggeri a cargo. Da Bologna una nuova manovra per ridisegnare lo scalo forlivese. E' l'idea di Giancarlo Muzzarelli, assessore regionale alle Attivita' produttive, esposta venerdì mattina a Bologna a margine di un convegno in Regione sull'Expo di Shanghai. "L'aeroporto di Forli' e' in una posizione intermedia e va riconvertito se con la Cina i rapporti migliorano e le cose vanno bene, le nostre imprese avranno bisogno di un collegamento puntuale, soprattutto per le merci", tra l'Emilia-Romagna e il grande Paese asiatico.

 

Per questo "non sarebbe male dedicare lo scalo di Forli' in particolare alle merci- afferma Muzzarelli- tenendo Bologna e Rimini per il trasporto passeggeri". Secondo Muzzarelli, dunque, "non si tratta di chiudere o aprire. Invece di parlare di chiusura di uno scalo, parliamo di riorganizzazione. Semplificare le cose complesse e' fare brutta politica- continua l'assessore regionale- noi abbiamo il dovere di fare cose serie che hanno delle gambe. Dobbiamo ragionare

cercando di anticipare i tempi e non ripetere gli stessi errori del passato", manda a dire Muzzarelli. (Dire)

Commenti (21)

  • Avatar anonimo di malatesta
    malatesta

    Dalgisa scusa se rispondo solo adesso, ma non avevo visto. Ryanair costava a forli 1/3 di quello che costa la windjet tira tu le conclusioni.Queste cose le ho lette non le penso. Così come è vero che la Ryanair ha pagato per tornare a Rimini dove c'era un contenzioso risalente al 99/00, mi pare di oltre un milione di euro. Forli non fa il doppio dei passeggeri di rimini, anzi quest'anno ci sarà il sorpasso. Ti consiglio di andare sul sito di assaeroporti.

  • Avatar anonimo di dalgisa d.r.
    dalgisa d.r.

    @malatesta - se pensi che sia la ryanair a pagare per andare a rimini, non hai le idee molto chiare su come funziona il meccanismo dei low cost!!! Forse dovremmo chiedere maggiore trasparenza ai bilanci di APT regionale (che ha sede a Rimini!!) per sapere chi paga le promozioni dei voli su Rimini... Certo che così si fa prima ad andare in pareggio!! Forlì è il secondo aeroporto regionale con circa il doppio dei passeggeri rispetto a Rimini: non ha forse valenza turistica??! Rimini giustamente i suoi numeri li fa soprattutto a cavallo tra luglio e agosto.... non sarebbe più corretto riconoscere a Forlì il suo ruolo di aeroporto regionale che lavora 12 mesi su 12, ben collegato al capoluogo regionale via ferro (come tutti gli aeroporti di secondo livello delle "capitali")?

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Notizia del 24 luglio. Air Dolomiti medita l'addio al Fellini. Pochissimi passeggeri sui voli per Vienna e Monaco. Un altro collegamento falcidiato ? RIMINI - (c .m.) E ' già un matrimonio che scricchiola quello fra lo scalo riminese e la compagnia regionale italiana del gruppo Lufthansa (la prima compagnia aerea della Germania), Air Dolomiti . Anzi, tira aria d i separazione - non si sa ancora se con - sensuale o meno - anche se il rapporto era rinato e sembrava dovesse durare a lungo, poco più di un anno fa. Ci sono già due certezze : i voli per Vienna e Monaco da metà luglio non sono più giornalieri ma bisettimanali e coprono solo il weekend . Come nasce questa decisione? "Questi voli, iniziati lo scorso anno, non hanno dato i risultati che corrispondevano alle nostre aspettative, da qui la decisione di ridurre le frequenze", confermano dall'ufficio stampa verones e di Air Dolomiti . Pochi passeggeri, insomma, e di conseguenza il "taglio" , deciso però in mezzo all'estate, quando diversi soggetti pubblici e privati aspettavano invece di raccogliere i frutti degli investimenti fatti in termini di campagne promozionali sia in Austria che in Germania . Ma il bello deve ancora venire : Air Dolomiti sta pensando di concludere del tutto il suo rapporto con Aeradria a partire dal prossimo autunno . A l momento non è una certezza . "Stiamo valutando come operare su questa tratta dopo la stagione estiva, notizie più precise si avranno fra qualche settimana", si limitano a dire da Air Dolomiti. " La motivazione è sempre la stessa, lo scarso numero di passeggeri trasportati". Bisognerà ricominciare tutto daccapo? Appena inaugurato il nuovo Palacongressi, che di collegamenti internazionali ne ha un bisogno vitale, verrebbero a mancare i voli con due hub della massima importanza, "porte" verso le destinazioni di tutto il mondo .

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Malatesta pur essendo di parte non ha tutti i torti. Sbaglia solo quando dice che solo Forlì finanzia le compagnie, quando è risaputo che è proprio ryanair ad avere inventato questo metodo, ed è grazie a Ryanair che Bologna ha avuto questi incrementi e Rimini resiste. Sul fatto del deficit che avrebbe solo Forlì e Rimini no ho qualche serio dubbio, basta pensare che Rimini è agli ultimi redditi fra le provincie italiane per reddito.. Direi alchimie rimini-sanmarinesi... per non dire che l'aeroporto di Rimini finora l'abbiamo pagato tutti noi essendo di proprietà dell'Aeronautica. Comunque se è vero che Bologna aveva pensato di far scomparire l'aeroporto di Rimini, non è altrettanto giusto che ora ci provi con quello di Forlì. Rimini dovrebbe avere il coraggio di staccarsi da Bologna e combatterla insieme alle altre città della Romagna, Forlì inclusa.

  • Avatar anonimo di malatesta
    malatesta

    Ah dimenticavo che il piano che la regione aveva proposto era costruito ai danni di Rimini, che infatti rifiuto'. Era parte della vergognosa strategia bolognese di accentramento e di danneggiamento di quello dell'aeroporto di Rimini che ricordo come struttura aeroportuale vera e propria è una delle migliori d'Italia e che negli anni 70-80(anni del boom turistico guardacaso) era solo dietro Roma e Milano quando ancora BOA era un campo di patate.

  • Avatar anonimo di malatesta
    malatesta

    Non ho capiito perchè Rimini debba lavorare con i charter. Ryanair ha sborsato fior di quattrini per tornare a Rimini dove era stata mandata via malamente nel lontano 99. Rimini non sborsa cifre spropositate come fa Forli con windjet, pagando di fatto i passeggeri a caro prezzo. Il deficit è causato soprattutto da questi accordi assurdi, inpensabile mantenerli.Rimini è a metà strada tra AN-BO. Il ritorno e l'indotto che ha l'apt di Rimini nei confronti del suo territorio è superiore anche a quello di Bologna. Inoltre sul numero dei passeggeri penso che quest'anno ci sarà il sorpasso vi cito un'ultim'ora otizia del 26/07/2010 - 17:24 Rimini - Boom di arrivi al "Fellini" Durante lo scorso fine settimana oltre 11mila passeggeri sono transitati per lo scalo riminesi RIMINI - Un week enda da record per l'aeroporto "Fellini" di Rimini: tra sabato e domenica sono transitati per lo scalo 11107 passeggeri con 66 voli tra arrivi e partenze con un aumento del 48% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso; il fine settimana da primato farà chiudere il mese di luglio a quota 90mila turisti. Il grosso dei turisti è arrivato dalla Russia (5918) seguito da Germania (1620) e Inghilterra (1258) facendo configurare un mese di luglio da primato con un incremento del 27,8% di turisti rispetto all'anno precedente con un ulteriore aumento di voli e passeggeri in vista: nei prossimi mesi, infatti, nuovi voli di linea verranno organizzati da e per Mosca-Domodedovo che potrà diventare l'hub di riferimento per i voli intercontinentali verso oriente. Una ulteriore novità, annunciata dal presidente di Aeradria Massimo Masini, arriverà in autunno quando verranno aumentati i voli per Monaco gestiti da una compagnia aerea di primaria importanza Sia chiaro, io non ce l'ho assolutamente con Forli, penso solo che essa sia stata usata da Bologna nella lotta concorrenziale verso Rimini, giocando sporco. E adesso pretende che a pagarne il prezzo sia Forli o Faddirittura impensabile Rimini che è in pari o in attivo. Io direi provocatoriamente chiudiamo l'aeroporto di Bologna.

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Uno può dire quello che vuole, tranne che la posizione geografica di Forlì sia sconveniente rispetto Rimini (sul mare, mal collegata con l'entroterra, a 20 km dalla confine con un'altra regione dove c'è già un aeroportino in quel di Ancona-Falconara). Il bacino di Forlì si interseca con quello di Bologna ed è una cosa utile per riempire i voli e non congestionare un unico scalo, ricordando che le grandi città europee, come vorrebbe essere Bologna, hanno più scali. Ma no, Bologna vuole prendere tutto, sulla base ridicola che Rimini necessita di una aeroporto per la vocazione turistica, quando può benissimo continuare coi charter. Così il paradosso è che a Forlì i turisti della Riviera non possono atterrare, a Bologna invece sì. Per il resto le questioni debiti, piani industriali e compagnia bella sono solo squisitamente politiche. Non bisogna dimenticare che se la Regione (stesso attuale presidente) avesse rispettato il piano che si era posto: Bologna voli d'affari, Forlì low cost, Rimini charter, oggi ad essere in grave difficoltà sarebbe stato proprio lo scalo bolognese mentre noi saremmo diventati una sorta di Orio al Serio con la base Ryanair. Non avevano previsto il grande boom del low cost, e hanno cambiato tutto in quattro e quattrotto, cavoli nostri i debiti. E come non mettere in conto i continui regali fatti a Bologna e l'Emilia in questi 50 anni: strade, autostrade, alta velocità mentre da noi a momenti non fermano più manco gli intercity. Queste cose sono tutte da mettere in conto. Non mi sembra un riequilibrio, pensare di chiudere a Forlì quel poco che abbiamo.

  • Avatar anonimo di birillo
    birillo

    @dalgisa d.r. grazie per il chiarimento ! Speriamo che si muovano, allora !

  • Avatar anonimo di dalgisa d.r.
    dalgisa d.r.

    Veramente gli studi li hanno già fatti! E i risultati sono già stati assunti dal Piano Regolatore di Forlì: area merci e area manutenzione di là dalla pista, area commerciale strettamente legata all'aeroporto... Tutto coerente con gli studi che prevedono un buono sviluppo del nostro aeroporto con prevalente vocazione passeggeri low cost (si può arrivare in pochi anni oltre il milione di passeggeri) ed un mix di cargo merci. Manca solo la concessione trentennale totale dell'aeroporto a Seaf da parte di ENAC per pubblicare un bando che consenta l'ingresso al capitale privato. Cosa aspetta ENAC??? Da mesi è tutto pronto... Magari la Regione potrebbe aiutarci con un sollecito, visto che è socio in Seaf... o no??! Non vorrei mai che tenesse solo per Bologna e Rimini....!

  • Avatar anonimo di birillo
    birillo

    Possibile che a Bologna il Ridolfi dia così fastidio ? Forlì è nettamente il secondo aeroporto in regione: Rimini e Parma insieme non fanno i passeggeri di Forlì, nonostante l'attivissima e turistica Rimini e la forte economicamente Parma con le sue industrie di primissimo livello ! Perchè Bologna non propone a Parma di fare il cargo per la Cina ? Comincio a pensare cosa sarebbe una fusione Rimini-Forlì: sempre molto al di sotto di Bologna come numeri, però almeno un aeroporto della Romagna avrebbe grandi opportunità. Ma noi romagnoli siamo troppo stupidi e non capiamo cosa abbiamo in casa: nemmeno Bologna se le sogna le cose che ci sono qui, magari loro ne hanno altre. Integrare i due aeroporti con il porto di Ravenna, l'autoporto di Cesena e lo scalo merci di Villa Selva sarebbe un mix micidiale. Comunque, Pablito sono d'accordo con te: oltre alla sua funzione attuale, non sarebbe male aggiungere anche il traffico cargo. Secondo me, al Ridolfi ci stanno già lavorando...

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Pablito, una risposta al volo al volo. 1) Infatti se si tratta di aggiungere qualcosa sono d'accordo, ma nell'articolo si parlava di riconversione dell'aeroporto. 2) Se fosse una buon opportunità l'avrebbero già sfruttata al Marconi di Bologna, che invece sceglie solo le primizie e il compostaggio lo fa fare agli altri. Fanno bene a fare così, ma i loro interessi non sono i miei. 3) Una tangenziale a due corsie per senso di percorrenza ? Perchè un serio traffico merci non è un apecar ogni ora ... 4) Non so quale si al'export romagnolo a così alto valore aggiunto che debba andare all'estero con l'aereo, però ... 5) Sulla implementazione diversificatrice sono d'accordo con te. 6) Così com'è è un buco, lo so, ma almeno esiste. Una volta che la nave è affondata non la tiri su più. la classe politica e amministrativa attuale non è forse all'altezza, io non lo so, ma non posso farci niente: Almeno ritengo che si debba salvare il salvabile. 7) Non ho ben capito, ma se lo studio è gratis si può fare.

  • Avatar anonimo di Pablito
    Pablito

    1) Non capisco perchè 1 aereoporto passeggeri debba essere SOLO passeggeri.....? 2)In +, se l'oportunità di fare da scalo merci è buona, SE NON LA UTILIZZEREMO NOI LA SF4RUTTERà QUALCHEDUN'ALTRO!!!! e, francamente, non credo, vista la capacità dei trasporti che esiste oggi nel mondo, che se le merci contraffatte arrivassero a Pisa noi ne rimarremmo esenti...Il commercio le porterebbe fin quà(esattamente cm succede oggi.Ma questo è 1 altro discorso!!!) 3)In +, la nuova uscita della tangenziale uscirebbe in via Enrico Mattei, ad un chilometro dallo scalo merci rotaia... 4) Chi lo dice che poi l'aereoporto dovrebbe essere solo 1 elemento di entrata? Non siamo un nazione che vive anke di esportazione? Quante sono le ditte locali che potrebbero rivolgersi a noi per mandare le loro merci in tutta la zona del mediterraneo o anke + in là? (così cm succede oggi con le persone....) 5) Non si tratta di eliminare tutto, ma di implementare diversificando(cosa che qualsiasi persona in borsa fa con il portafoglio titoli). 6) "Sputtanare" così il tutto di fronte alle nuove generazioni....???? xkè?, così com'è funziona? o è solo 1 buco in cui si versano i soldi di oggi e delle nuove generazioni? 7)Regione o privati la cosa ha 1 secondaria importanza, io dico solo che bisognerebbe fare 1 studio di fattibilità della cosa e se il responso fosse buono, non lasciarsi sfuggire quest'opporunità!! ANKE SOLO IN NOME DELLE RICADUTE SUL TERRITORIO (già sufficientemente attrezzato)

  • Avatar anonimo di samigidi2
    samigidi2

    Mi sembra un'idea veramente geniale, perchè hanno bisogno di aiuto per sommergerci di merci contraffatte, tossiche,fuori legge, di bassissima qualità e di bassissimo costo, nonchè di organismi da poter schiavizzare nelle varie aziende che operano illegalmente nel manifatturiero:salotti, borse, scarpe, confezioni, in tutta Italia!Ma perchè ogni idiota che ci amministra quando non è più in grado di far credere che è capace di fare 1+1 comincia a parlare di allargare il mercato alla Cina, di globalizzazione, di mercati, di innovazione, e di qualsiasi altra minchiata che possa servire ad allargare il panorama in modo da distpgliere l'attenzione sui problemi reali e sulla dimensione che ne consentirebbe una facile soluzione:il territorio!!!La realtà è che ci stiamo facendo rovinare da una congrega, assolutamente bipartisan, di inetti e disonesti, disonesti in quanto non ammettono la loro incapacità, che noi stessi in maniera diretta od indiretta abbiamo contribuito a mettere in quei posti.

  • Avatar anonimo di dottorzivago
    dottorzivago

    ma vaf*****, valà.

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Ho trovato più credibile l'ultimo film su Godzilla. Certo, l'aeroporto di Forlì ha una naturale vocazione ai rapporti con la Cina perchè, in fin dei conti, Forlì è più a est di Bologna, quindi la tratta verso la Cina è più breve... Siamo davvero arrivati a questo ? Poi visto che Forlì ha una comunità cinese parassitaria dell'economia locale, un collegamento diretto con la loro madrepatria sarebbe un vero toccasana (come un volo diretto Casal di Principe - Bogotà). Le centinaia di laboratori illegali sparsi sul territorio e tollerati dalle diverse amministrazioni non avrebbero più i benchè minimi problemi di approvvigionamento delle materie prime, che arrivano direttamente da casa. Una idea spettacolare. E poi, a pensarci bene, l'aeroporto di Forlì è già perfettamente interlacciato sia con le arterie di grande comunicazione che con il traffico su rotaia. E il tutto senza spendere un centesimo. Come è noto, Forlì ha tre uscite autostradali (Forlì nord, sud e zona industriale) quindi le merci possono tranquillamente essere caricate su tir negli ampi spazi aeroportuali ed essere trasferite su gomma senza minimamente incide sulla circolazione ordinaria in A14. E poi non trascuriamo lo smistamento merci su rotaia, Il fatto che un terminale ferroviario sia a 200 metri dall'aeroporto permette di caricare merci direttamente sul treno e farle arrivare ovunque. Ma di cosa stiamo parlando ? Forlì di sensato ha solo l'aeroporto, prima di trasformarsi in una benlieue a basso costo di Bologna: una città dormitorio. Anche se mal gestita, l'aeroporto è una infrastruttura che una volta persa non potrà più essere ricreata. Sputtanarla così mi sembra sciocco, anche per le generazioni future. Spero che anche da questi dibattiti si rafforzi la consapevolezza di una regione autonoma. Personalmente, preferisco trovare un accordo coi riminesi che fare l'Oliver Twist sotto le due torri.

  • Avatar anonimo di Luca
    Luca

    Il problema non mi sembrano i campanili ma il fatto che la Regione tenti di chiudere l'aeroporto. Hanno investito milioni per fare un aeroporto per passeggeri. Adesso vogliono investirne altre per fare un aeroporto per merci. Senza avere un piano che dica che l'operazione è sostenibile. Per me l'unica soluzione è fare entrare i privati e smettersela di farsi la guerra tra Forlì e Rimini.

  • Avatar anonimo di Pablito
    Pablito

    Bè, non so cosa ne venga fuori da 1 valutazione di fattiilità, ma sicuramente è 1 idea innovativa.. L'aereoporto nn sarebbe neanche mal collegato con l'autostrada(ovvio che migliorare ancora questo collegamento aiuterebbe)...Carente invece il collegamento con lo scalo merci su rotaia in realizzazione a villa seva. E poi perchè limitarsi alla cina? Il trasporto merci coinvolge sempre un sacco di addetti e le ricadute in termini di lavoro sarebbero molto larghe. Se l'idea è fattibile xkè no? Ai campanilismi direi di pensarci in un secondo momento....

  • Avatar anonimo di Ken
    Ken

    In linea di massima favorevole. Bologna punto di riferimento in regione per la mobilità aerea. Forlì concentrato al massimo sul cargo (con il nuovo terminal ferroviario di Forlimpopoli, la fiera, il terminal di Lugo, buone interconnessioni autostradali e più vicino al porto di Ravenna rispetto a Bologna). A Rimini il turismo e tutti i voli possibili che si possono portare. Certo, se poi a Forlì si vuole continuare a pagare un baraccone che costa milioni di euro alla comunità solo per avere il volo diretto per Barcellona o Londra fate pure... IMHO è una cavolata...

  • Avatar anonimo di malatesta
    malatesta

    Io direi no secco al sistema che non è altro che un modo per essere colonia di Bologna. E Rimini non puo proprio permettersi di essere colonia. Ha bisogno del suo marchio e della sua identità. Che facciano il loro lavoro sti assessori che non è quello di tirare fuori queste idee insane.

  • Avatar anonimo di malatesta
    malatesta

    Senti caro se forli ha più passeggeri è solo perchè li paga a carissimo prezzo. Ti sei mai chiesto perchè il deficit di Forli sia cosi alto? Sai quanto da Forli alla windjet??Una barca di soldi. Capaci tutti a far passeggeri cosi. Rimini ha ben altro interesse ad avere l'aeroporto.Ed è in pari se non in utile. Ha tutto un'altro ritorno per l'indotto superiore anche a Bologna. E se fino qualche anno fa eravate qualcosa è solo perchè Bologna vi aveva fatto diventare un secondo scalo con nome Bologna-forli per FARE CONCORRENZA A RIMINI. te capi??

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    Non esiste, chiudiamo lo scalo che ha meno passeggeri, cioè Rimini. Capisco che Bologna non vuol avere la benchè minima concorrenza. Comunque già prevedo: qualora il traffico con la Cina diventasse un affare, dopo poco Bologna si accaparrerebbe tutto come ha fatto con Ryanair, col beneplacito della regione, lasciando Forlì coi suoi debiti.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -