Forlì, la Serinar chiude in passivo di 500 mila euro

Forlì, la Serinar chiude in passivo di 500 mila euro

Forlì, la Serinar chiude in passivo di 500 mila euro

FORLI' - Ancora una società partecipata in deficit. La prima commissione consigliare martedì pomeriggio ha preso in considerazione la delibera con il bilancio di Serinar, la società per lo sviluppo dell'università nella provincia di Forlì-Cesena. Il 2009 per Serinar si è concluso con un passivo di 510 mila euro. Sommando i deficit degli ultimi quattro anni, le passività arrivano a 2,4 milioni di euro.

 

Troppi per il Comune di Forlì che già dall'anno scorso ha dato a Serinar l'indirizzo chiaro di chiudere il bilancio con i soli contributi consortili dati in conto esercizio, che per il Comune di Forlì è una somma di 500 mila euro annui. Insomma, dal 2010 Serinar dovrà anche tagliare i costi se necessario, ma non potrà più mandare in Comune un conto in rosso.

 

Ma il passivo non è il solo problema. "Una struttura di questa natura ha ormai perso di significato, mi domando se non sia l'ora di iniziare a mettere mano a strumenti diversi", rileva Francesco Aprigliano, capogruppo della Lega Nord. Una questione che trova un sostegno anche in Marcello Rosetti, capogruppo del Pd: "E' una cosa anche condivisibile dalla maggioranza: Serinar ha dato un buon risultato per insediare l'università, ora si tratta di capire come modificare la struttura per renderla un luogo in cui ritrovarci a coordinare meglio l'università sul territorio". Anche l'assessore al Bilancio Emanuela Briccolani ricorda che "su questa partecipata il sindaco sta lavorando per dare input diversi, non tanto sulle perdite, ma proprio sulla mission".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -