Forlì: lavoratori in sciopero contro l'accordo separato, paralizzata Villa Selva

Forlì: lavoratori in sciopero contro l'accordo separato, paralizzata Villa Selva

Forlì: lavoratori in sciopero contro l'accordo separato, paralizzata Villa Selva

FORLI' - Giovedì mattina la zona industriale di Villa Selva è stata attraversata da cortei di operai metalmeccanici in sciopero contro l'accordo separato sul contratto nazionale, firmato solo da CISL e UIL. Un imponente corteo è uscito alle 9 dallo stabilimento Marcegaglia nell'ambito di uno sciopero di due ore. Alla stessa ora erano in sciopero anche i lavoratori della Bonfiglioli che, al termine di un'assemblea in fabbrica, sono usciti dallo stabilimento.

 

> GALLERIA FOTOGRAFICA

 

Si sono quindi uniti all'altro gruppo di lavoratori dando così vita ad una grande manifestazione di oltre 500 metalmeccanici alla quale hanno partecipato lavoratori in sciopero delle aziende della zona di via Ansaldo (Cepi, Vallicelli, Anofor), della Celli, della Maraldi.

 

La manifestazione, che ha attraversato le vie della zona industriale, ha dimostrato "che il contratto separato non è solo illegittimo, dal momento che non viene sottoposto al voto di tutti i lavoratori - afferma Michele Bulgarelli, segretario generale della Fiom di Forlì -, ma anche portatore di conflitti dentro le aziende e nel territorio. Questo dimostra che i lavoratori non sono disponibili a lasciare che qualcun altro decida per loro e sulle loro condizioni".


Commenti (1)

  • Avatar anonimo di OceanoMare
    OceanoMare

    Non capisco...ma se Bonanni (CISL) e Angeletti (UIL) sono convinti di aver fatto un gran accordo con Confidustria perchè non fanno decidere chi questo accordo lo deve subire? A casa mia si chiama semplicemente Democrazia....e sta alla base di un sindacato serio.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -