Forlì, Liberazione o Muro di Berlino? In Consiglio volano i "fascista" e i "comunista"

Forlì, Liberazione o Muro di Berlino? In Consiglio volano i "fascista" e i "comunista"

Fabrizio Ragni (PdL)-3

FORLI' - "Fascista" e "comunista": la più vecchia delle polemiche è sbarcata nel consiglio comunale di lunedì pomeriggio, a Forlì. La miccia l'ha innescata un question time del consigliere PdL Fabrizio Ragni, che è anche segretario della Fiamma Tricolore. Ragni ha attaccato sindaco e presidente della Regione, Vasco Errani, perché il 9 novembre hanno commemorato la liberazione di Forlì, ma non la caduta del Muro di Berlino.

 

"Si sono tenuti discorsi celebrativi, ma si è parlato solo del 66° dell'anniversario della Liberazione di Forlì, senza alcuna menzione alla giornata delle Libertà, istituita per ricordare la caduta del Muro di Berlino, nonostante ci sia anche un obbligo di legge", rileva nell'interrogazione Ragni. Piccata la risposta del sindaco Balzani: "Il consigliere Ragni viene da una tradizione fascista e capisco che per lui il 9 novembre sia un giorno di lutto, ma è un giorno di libertà in cui Forlì si è riunita all'Occidente". Il sindaco ha quindi ricordato i partigiani, ma anche "le armate alleate, senza dimenticare i servizi segreti americani che erano presenti in tutte le brigate partigiane".

 

Quindi conclude Balzani: "Il Muro di Berlino non cancella la Resistenza. E sia chiaro che questo non lo farò mai". Infine ha aggiunto che quel giorno è stato anche commemorato "Don Ricci, una figura che fece di Forlì un luogo importante per gli intellettuali che cercavano di liberarsi del gioco della dittatura comunista". Dura la replica di Ragni: "Il sindaco offende, ma io per altro non mi sento neanche offeso. Voglio ricordare che la tradizione fascista non mi appartiene, essendo nato negli anni Sessanta ed essendo il fascismo finito nel 196ì45, a differenza della tessera che molti della sua maggioranza hanno avuto in tasca fino a poco tempo fa".

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di mtvaccari
    mtvaccari

    Se il fascismo fosse solo un problema anagrafico potremmo ormai sentirci al sicuro ma purtroppo non è così E d'altra parte Ragni solo qualche mese fa si è sentito in diritto di "sgridare" Bartolini che era andato a fare campagna elettorale a Predappio perchè non abbastanza vicino alla cultura fascista https://www.romagnaoggi.it/elezioni2010/2010/3/4/153618/ Il fascismo purtroppo è un problema di testa non di età

  • Avatar anonimo di P.Kc.
    P.Kc.

    Hi conosciurto Don Ricci, anche se noi ragazzi lo si chiamava don Kilometro, era l'insegnate di religione, francamente non l'ho apprezzato, fra quanti ho conosciuto, era una dei pochi insegnati e l'unico prete che ho trovavo odiosi, perchè prepotenti forti del loro potere che detenevano in classe. era di quello eche sembravano provare gusto ad umiliarti di fronte ai compagni

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Grande Balzani! Mi ha preso un sacco di punti, non lo facevo cosi' diretto ed esplicito. Non capisco come faccia Ragni ad essere contemporaneamene del PdL e di Fiamma Tricolore, ma di certi politici ormai non mi stupisco piu'.

  • Avatar anonimo di pecoranera
    pecoranera

    MA BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAA ! Che tornino alle superiori tra tutti !

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -