Forlì, lotta contro i tumori: piazzale della Vittoria si tinge di rosa

Forlì, lotta contro i tumori: piazzale della Vittoria si tinge di rosa

Forlì, lotta contro i tumori: piazzale della Vittoria si tinge di rosa

FORLI' - Anche quest'anno si è tenuta la sensibilizzazione sulla prevenzione oncologica attraverso la 17esima edizione della campagna "Nastro rosa", organizzato dalla LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) in collaborazione con il Gruppo Estèe Lauder. Mercoledì sera è stata illuminata in rosa la colonna centrale di piazzale della Vittoria, con le due fontane annesse. Giovedì sera sarà invece la volta di Aurelio Saffi

 

> VEDI LE FOTO

 

La campagna mondiale "Nastro rosa", ideata nel 1989 negli Stati Uniti da Evelyn Lauder e promossa in tutto il mondo, ha come obiettivo quello di sensibilizzare un numero sempre maggiore di donne sull'importanza vitale della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori alla mammella. In Italia, grazie alla LILT, su tutto il territorio nazionale, ogni anno vari monumenti ed edifici significativi vengono illuminati di rosa per promuovere la campagna.

Così mercoledì 6 ottobre alle 20, grazie all'intervento di Romagna Acque e alla collaborazione con l'Amministrazione Comunale, è stata illuminata in rosa la colonna centrale di piazza della Vittoria, con le due fontane annesse: alla presenza della Presidente di Romagna Acque-Società delle Fonti S.p.A. Ariana Bocchini, dell'Onorevole Nadia Masini, presidente della LILT di Forlì, e di un gruppo di cittadini

Il celebre monumento forlivese è stato "tinto" di rosa con un bel gioco di luci: un effetto che si potrà ammirare per tutto il mese di ottobre, come monito della campagna.

In tutto il mondo occidentale, il tumore al seno è il primo tumore femminile per numero di casi e la sua incidenza è in costante aumento, tanto da essere considerato alla stregua di una vera e propria malattia sociale. In Italia si calcola che nel 2010 i nuovi casi di tumore alla mammella saliranno a circa 42mila. Ma sconfiggere la malattia è possibile nella stragrande maggioranza dei casi, grazie soprattutto alla prevenzione e all'anticipazione diagnostica.

"Nel mese di ottobre l'Italia si tinge di rosa, il colore simbolo della lotta contro il tumore al seno - ha dichiarato Nadia Masini, presidente LILT -. E ancora una volta, grazie alla sensibilità di Romagna Acque, anche a Forlì è stato possibile illuminare un monumento: il che vuole testimoniare alla società forlivese l'importanza della prevenzione, che è un presidio fondamentale; che il tumore al seno si può curare; e, soprattutto, che la sfida si può vincere".

"Siamo da sempre vicini alla LILT per questa campagna di sensibilizzazione - le ha fatto eco la presidente di Romagna Acque, Ariana Bocchini - perché crediamo nel valore della sensibilizzazione alla prevenzione. E siamo sicuri che questa campagna, a cui collaboriamo con entusiasmo, possa aiutare le donne ad affrontare in maniera adeguata un problema purtroppo molto esteso".


Commenti (1)

  • Avatar anonimo di cage69
    cage69

    ...chi c'era in rappresentanza del comune?

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -