Forlì: Madgi Allam venerdì sera al San Luigi

Forlì: Madgi Allam venerdì sera al San Luigi

Forlì: Madgi Allam venerdì sera al San Luigi

FORLI' - Appuntamento di prestigio venerdì primo febbraio, alle 21, nella sala multimediale "San Luigi": protagonista dell'incontro, promosso nell'ambito del "Gennaio Salesiano", sarà l'europarlamentare Magdi Cristiano Allam. Giornalista di fama e, dal 2009, deputato a Strasburgo nelle fila del Partito Popolare Europeo, Allam interverrà sul tema "L'integrazione culturale, esperienze di vita a confronto con il territorio forlivese".

 

Al suo fianco, sul palco dei relatori, siederanno il giovane direttore dell'opera salesiana forlivese don Emanuele Cucchi, classe 1975, e il sindaco di Forlì Roberto Balzani. L'intervento di Allam sarà l'appuntamento di spicco di "Spazio Educazione", tradizionale evento culturale proposto dagli emuli forlivesi di San Giovanni Bosco in occasione delle celebrazioni annuali del proprio fondatore. Magdi Allam, per anni opinionista di fama, soprattutto nelle vesti di vicedirettore "ad personam" - fino al 30 novembre 2008 - del Corriere della Sera, ha fatto parlare ulteriormente di sé, esponendosi anche a numerose critiche, da quando, sempre nel 2008, ha lasciato l'Islam per il cristianesimo.

 

Fece molto discutere la sua dichiarazione rilasciata l'indomani della sua conversione: "Al di là della contingenza che registra il sopravvento del fenomeno degli estremisti e del terrorismo islamico a livello mondiale, la radice del male è insita in un Islam che è fisiologicamente violento e storicamente conflittuale". La scelta di vita di Magdi Allam, spiegata e motivata nel libro-bestseller "Grazie Gesù", è culminata la notte del 22 marzo 2008, durante la veglia pasquale, allorché ha ricevuto, dalle mani di papa Benedetto XVI, i sacramenti dell'iniziazione cristiana.

 

Egiziano di nascita e naturalizzato italiano, è venuto a contatto con la civiltà e la religione occidentale sin da bambino: per volontà della madre Safeya, che lavorava come baby sitter per una famiglia italiana, i Caccia, studiò presso il collegio cattolico delle suore comboniane al Cairo. Dal 1962 fino al 1970 si forma in un collegio salesiano guidato da don Carlo Moroni, imparando la lingua italiana e acquistando familiarità con la cultura del nostro paese. E' di pochi giorni fa l'ufficializzazione della sua candidatura per il Popolo della Libertà alla presidenza della regione Basilicata.

 

Piero Ghetti

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -