Forlì, martedì la proiezione del film "L'uomo che verrà"

Forlì, martedì la proiezione del film "L'uomo che verrà"

FORLI' - Martedì 16 novembre alle 20,30 alla Casa del Lavoratore di Meldola, in via Roma 40, verrà proiettato il film di Giorgio Diritti "L'uomo che verrà", vincitore del premio come miglior film ai David di Donatello. Interverranno l'attore Claudio Casadio (uno dei protagonisti insieme a Maya Sansa ed Alba Rohrwacher), Ruggero Sintoni di Accademia Perduta Romagna Teatri, Enrica Mancini, Michele Drudi, Gabriele Zelli e Miro Coveri dell'ANPI di Meldola. L'incontro, gratuito e aperto alla cittadinanza, rappresenta l'ultimo appuntamento di "Storie&Memoria", ciclo sui temi della Resistenza organizzato da Associazione Virginia Senzani, Unica coop, Fondazione Ariella Farneti, Arci Forlì e ANPI con il patrocinio dell'assessorato alla Pace e ai diritti umani del Comune di Forlì. Per informazioni 349 3737026.

La trama del film. Alle pendici di Monte Sole, sui colli bolognesi, la comunità agraria locale vede i propri territori occupati dalle truppe naziste e molti giovani decidono di organizzarsi in una brigata partigiana. Per la piccola Martina tutto ciò ha poca importanza. Da quando ha visto morire il fratello neonato fra le sue braccia, Martina ha smesso di parlare e vive unicamente nell'attesa che arrivi un nuovo fratellino. Il concepimento avviene in una mattina di dicembre del 1943, esattamente nove mesi prima che le SS diano inizio al rastrellamento di tutti gli abitanti della zona che passerà alla storia come la strage di Marzabotto: circa 770 persone, per lo più bambini, donne e anziani, vennero massacrate come ritorsione per le azioni dei partigiani.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -