Forlì: maxi-buco dell'Ausl, scatta l'interrogazione parlamentare

Forlì: maxi-buco dell'Ausl, scatta l'interrogazione parlamentare

Forlì: maxi-buco dell'Ausl, scatta l'interrogazione parlamentare

BOLOGNA - Lo scandalo dell'Ausl di Forli', del suo buco e delle perquisizioni dei Carabinieri arriva in Parlamento. Il deputato Giancarlo Mazzuca, sollecitato dai consiglieri regionali del Pdl ha deciso di portare la questione a Montecitorio. "Niente veleni- dice Mazzuca- ma occorre fare immediatamente estrema chiarezza", perche' il gruppo di verifica istituito dalla Regione ha scoperto "irregolarita', preventivi di bilancio futuristici e ora ci sono anche due indagati".

 

Oltre le responsabilita' dei dirigenti locali, attacca poi, "in questi anni sono mancati i controlli e le verifiche da parte dell'ente responsabile, ovvero la Regione, che spende gran parte dei suoi fondi e risorse proprio nella sanita', ma evidentemente in modo poco oculato a danno unico dei cittadini che sono vittime silenziose".

 

L'inchiesta, ricorda il parlamentare, ha portato i carabinieri nei corridoi di viale Aldo Moro e "la situazione che e' emersa in tutta la sua gravita' e' davvero molto preoccupante tanto che sta prendendo i connotati di un vero e proprio scandalo". I problemi della sanita' emiliano-romagnola, per Mazzuca non si limitano solo a Forli', "anche a Bologna l'Ausl e' in palese difficolta' e ora cerca di correre ai ripari spendendo altri 3 milioni di euro". E poi c'e' "l'odissea che vive ormai da vent'anni l'ospedale-fantasma di Cona, a Ferrara", con la costruzione iniziata a meta' degli anni Novanta che doveva concludersi in pochi anni.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    In Emilia, avendo appreso le notizie dagli organi di stampa, e non conoscendo le vicende Area Vasta etc. è passata l'immagine che quelli di Forlì (come per l'aeroporto) sono dei pazzi che sperperano denari pubblici (ottenendo chissà quali benefici). In realtà l'origine dei disastri è perfettamente riconducibile alle scelte centrali bolognesi, che fanno e disfano a loro piacimento, e poi passiamo pure per c0***oni.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -