Forlì, maxi-deficit Ausl. l'assessore Bissoni: "I controlli hanno funzionato"

Forlì, maxi-deficit Ausl. l'assessore Bissoni: "I controlli hanno funzionato"

Forlì, maxi-deficit Ausl. l'assessore Bissoni: "I controlli hanno funzionato"

BOLOGNA - "Responsabilità gravi nella veridicità e nella trasparenza dei bilanci". Cosi risponde l'assessore Giovanni Bissoni ai membri delle commissioni del Consiglio regionale sul bilancio dell'Azienda Usl di Forlì, mercoledì pomeriggio. "Il controllo regionale sui conti dell'Azienda di Forlì, previsto per legge, - ha sostenuto l'assessore - ha funzionato puntualmente e in piena trasparenza. Abbiamo chiesto chiarimenti perché il bilancio non ci convinceva".

 

Continua Bissoni: "Questo ci ha portato a non approvare il bilancio consuntivo dell'azienda, a non rinnovare l'incarico al Direttore generale, nonostante l'appoggio che ha avuto all'interno e all'esterno dell'Azienda (compreso quello locale-istituzionale), avviando, di conseguenza, ulteriori verifiche da parte dell'assessorato. Per quanto riguarda la copertura del deficit, la Regione coprirà il disavanzo, attraverso un accordo con la Direzione generale dell'Azienda, attivando un piano di rientro dal deficit. Tutto questo - ha concluso Bissoni - senza andare ad intaccare i servizi e senza procurare alcun buco o deficit nella sanità regionale".

 

Per Antonio Nervegna (fi-pdl) "se il sistema dei controlli regionali ha funzionato, non ha funzionato il controllo a livello locale". Preoccupazione è stata manifestata da Nervegna per Pronto Soccorso e liste di attesa, auspicando la salvaguardia dei piccoli ospedali. Per Giuliano Pedulli (pd) "Piena trasparenza della Regione in questa vicenda. Non è stato nascosto nulla e, soprattutto, ai cittadini sono state date assicurazioni sul futuro della sanità forlivese". Luca Bartolini (an-pdl) ha parlato di "eccessiva politicizzazione della sanità in Emilia-Romagna, attraverso un intreccio tra politica e nomine".

 

Il consigliere ha poi chiesto di "non fare pagare questo deficit ai cittadini, con tagli ai servizi e al personale". Per Silvia Noè (udc) "E' un fatto di una gravità estrema, Adesso, occorre capire chi sono i responsabili di tutto questo". Anche per Mauro Bosi (pd) "è un atto gravissimo: si è arrivati a mascherare un bilancio per dare più servizi ai cittadini".

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    @homer e comunque, anche se dura meno di due anni è noto che i comunisti al potere hanno depenalizzato il falso in bilancio....

  • Avatar anonimo di Homer
    Homer

    I presunti colpevoli andranno magari a processo. Però attenti bene a che duri meno di due anni a grado di giudizio, sennò libero per tutti....

  • Avatar anonimo di alice kappa
    alice kappa

    La pubblica amministrazione funziona così dappertutto e non c'è niente da fare, le porcherie vengono nascoste fin che si può e alla fine tutti vengono assolti. Quando ci sono troppi colpevoli nessuno è colpevole, a sapere sono sempre in tanti ma se stanno zitti hanno le loro buone ragioni. Cane non mangia cane. L'unica cosa che non si spiega è come mai ci sono ancora persone oneste che in qualche modo riescono a fare andare avanti la baracca!

  • Avatar anonimo di Marc
    Marc

    Io però non ho ancora capito COME questo deficit si sia generato e, soprattutto QUALI sono le scelte che hanno influito di più su di esso! Inoltre, PERCHE' e CON QUALI FINALITA' si è cercato di nasconderle, visto che, PRIMA o POI, sarebbe venuto tutto alla luce!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -