Forlì, maxi furto in villa. Spariscono gioielli per 100mila euro

Forlì, maxi furto in villa. Spariscono gioielli per 100mila euro

Forlì, maxi furto in villa. Spariscono gioielli per 100mila euro

FORLI' - Maxi furto in una villa a Carpinello, in via Cervese. I malviventi hanno colpito giovedì pomeriggio, sicuri dell'assenza dei proprietari. Armati di flessibile, hanno aperto un armadio corazzato, all'interno del quale si trovavano custoditi gioielli per oltre centomila euro. Completata la razzia, sono fuggiti facendo perdere le proprie tracce. A dare l'allarme al 113, intorno alle 20, sono stati i vicini di casa, che hanno notato le finestre dell'abitazione divelte.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto sono intervenute le Volanti della Questura di Forlì e il personale della Scientifica per i rilievi di legge. Per tutta la serata le pattuglie hanno battuto la zona, ma senza esito. Difficili le indagini. La villa non dispone di telecamere di videosorveglianza. A quanto pare gli investigatori hanno a che fare non con un semplice "topo" d'appartamento, ma di una banda ben organizzata che sapeva come e quando entrare in azione.

Commenti (17)

  • Avatar anonimo di d_a_v_i_d_e
    d_a_v_i_d_e

    E' una vergogna.

  • Avatar anonimo di aaa
    aaa

    Caro zio giangi e nox spero tanto che prima o poi anche voi veniate visitati come è successo a me dai vostri Cari Amici credetemi a livello psicologico è un'esperienza devastante ...dopo anche voi diventerete ....razzisti

  • Avatar anonimo di L'uomo qualunque
    L'uomo qualunque

    Ha ragione un commentatore, la risposta è semplice e quella data fino ad ora è sbagliata. Applichiamo subito la legge islamica ed iniziamo ad amputare qualche arto a qualche ladro, grande e piccolo, italiano o straniero, politico e non. Sarebbe un piacevole esempio di integrazione e di cosmopolitismo, anche in materia di diritto, il che in prospettiva futura non guasterebbe di certo. Oppure potremmo applicare, ad ogni soggetto non italiano, le norme di diritto penale vigenti nel suo paese di origine, in modo tale da far sentire tutti a casa propria, in fondo abbiamo fatto dell'ospitalità il nostro biglietto da visita, oppure no?

  • Avatar anonimo di Enrico
    Enrico

    ... sono sempre i soliti rumeni, albanesi e slavi a commettere questi furti...vere e proprie bande organizzate che in Italia hanno trovato l'impunità... non c'è un giudice che li trattenga per più di una notte in carcere.... ... i ladri di galline nostrani si sono estinti da un pezzo... zio giangi e nox mi avete veramente commosso con i vostri commenti... mi è quasi scesa una lacrima... spero solamente che non siate mai visitati da chi ho citato sopra..

  • Avatar anonimo di Alberto64
    Alberto64

    Vorrei proprio sentire competenza sull'argomento.

  • Avatar anonimo di piras
    piras

    Ad un problema cosi' complesso la risposta e' semplice. E sbagliata. In un paese dove contano solo slogan e opinione pubblica facilmente condizionabile, e' difficile ragionare. Classe dirigente composta quasi solo da pregiudicati o maneggioni, leggi permissive in nome del garantismo a tutti i livelli, fondi e uomini tagliati alle forze dell'ordine, tribunali ingolfati e senza personale. Prendersela con chi ne approfitta costa poco, da popolarita' nelle discussioni da bar ma dimostra incompetenza sull'argomento. E se poi vogliamo proprio fare delle categorie, queste bande non centrano un bel niente coi barconi, anzi, magari hanno qualche parente in comune con qualche deputato.Non per niente lavorano entrambi, un paio di giorni alla settimana....

  • Avatar anonimo di Luigi Filippo
    Luigi Filippo

    Nelle carceri italiane "ci sono oltre 63mila detenuti. Oltre 20mila sono stranieri, il che vuol dire che le carceri italiane sono idonee ad ospitare i detenuti italiani. Con l'aggiungersi degli stranieri agli italiani si supera la capienza regolamentare ma anche quella tollerabile". Questo l'ha detto Alfano ministro della giustizia...

  • Avatar anonimo di Alberto64
    Alberto64

    Certo non e' sicuro che i malviventi siano stranieri o meno,giusto,ma sta di fatto che da una decina d'anni a sta parte i crimini sono aumentati in maniera esponenziale e questo e' riconducibile al grosso flusso di stranieri non regolari,ed a volte anche regolari,che transitano sul nostro territorio.Ci andate mai in piazza di sera?Passate mai per via Regnoli?questi ormai sono territori,soprattutto dopo un certo orario,pericolosi.Le forze dell'ordine possono anche arrestare ma se qualche giudice la sera prima si e' scolato una bottiglia di buonismo,la mattina dopo i malfattori se ne escono sorridenti, convinti che in questo paese non si viene puniti.Questa e' la realta'.E se venite toccati così nell'intimo,cari zio Giangi e nox,perche' queste care persone non ve le portate a casa vostra ?per la cronaca sappiate bene che la stragrande maggioranza degli stranieri non si vuole per niente integrare ,anzi, sono loro razzisti nei nostri confronti e pensano che noi siamo dei coglioni infedeli da sottomettere.E poi ,per favore, piantiamola con questa storia che gli italiani schifano i lavori, caso mai certi lavori sono talmente mal pagati che non vale neanche la pena di prenderli in considerazione dalle persone che vivono nella maniera classica (affitto o mutuo , figli, nucleo famigliare standard),mentre per chi si raggruppa in cinque o sei in un appartamento e' molto piu' semplice a livello di spese ,di modo che si possono permettere di percepire retribuzioni minime con grande sollazzo dei datori di lavoro ed in barba al caro vita.

  • Avatar anonimo di alessandrat
    alessandrat

    fanno proprio ridere quelli che credono nell integrazione.. Quanti in percnetuale??? 5%?????.. Ridicoli come quelli che dicono che bisogna accoglierli a lampedusa quando arrivan con il barcone, ci sono donne e bambini.. Si su 100 5 bambini e 5 donne.. Non vengon di certo famiglie.. Tutti uomini giovani e pronti a lamentrsi.. Indate a vedere la nave della grimaldi che han usato per gli spostamenti, l han distrutta in solo viaggio.. Tv in mare e poltrone tagliate con coltelli.. Poverini ci portanotanto rispetto e non sapevan come passsare il trmpo.. Quelli che eran sulla nave li manderei a casa di chi li vuole.. Almeno pagan solo loro.. Posoon fare quello che vogliono..

  • Avatar anonimo di alessandrat
    alessandrat

    per me i ladri possono esser italiani forlivesi,romagnoli.. comunque quando si apre il discorso immigrati vedo che ci sono sempre i grandi patrioti che al contrario di chi sicuramente esagera riguardo agli immigrati, sanno solo venerarli.. Se questi discorsi ci sono é perché le cose succedono.. Poi con i soliti discorsi del lavoro che palle!! Si é vero vengono a fare lavori che non vogliam piu' fare.. Su 100.. Se va bene 50 lavorano e l altra metà sappiamo tutti le strade che prendono.. Tutti é inteso per chi vede.. I ciechi pensano che sian in ferie quelli che son al bar al pomeriggio con i pensionati

  • Avatar anonimo di nox
    nox

    A me sembra assurdo leggere i discorsi di certa gente. Ma vi rendete conto quando parlate? Chi ve l'ha detto che questi ladri sono immigrati? Prima di parlare magari occorrerebbe pensare..o almeno sapere... Se non fosse per gli immigrati, che fanno tutti i lavori che gli italiani schifano (e poi si lamentano di non avere lavoro), a che punto saremmo? Ci ricordiamo che i nostri nonni e bisnonni sono emigrati negli USA e il trattamento che hanno avuto??

  • Avatar anonimo di zio Giangi
    zio Giangi

    E' incredibile come questa gente che scrive in questi post siano così RAZZISTI. In questo articolo non c'è una parola che possa portare a pensare che i ladri siano "non italiani", anzi dal commento del giornalista si descrive " una banda ben organizzata " , quindi difficilmente riconducibile a coloro che voi non volete. Invece è forse meglio riflettere su quel povero ragazzo di colore che l'altro giorno ha sacrificato la sua vita ( 22 anni ) per salvare due bimbi. Io non entro certo, con l'articolo di Romagnaoggi, nel discorso di integrazione razziale, ma per cortesia smettete di essere così ottusi e di prendere ogni spunto, anche inesistente per catalogare degli esseri umani, perchè lo ripeto: tutto ciò ha un nome, RAZZISMO.

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Sono d'accordo con Beppe, quelli che sostengono l'integrazione a tutti i costi dovrebbero riflettere un attimo quando leggono queste notizie, e' evidente che la criminalità e' aumentata in maniera esponenziale da quando e' partita l'immigrazione selvaggia... non e' accettabile che questi vengano a rubare lavoro ai ladri italiani!

  • Avatar anonimo di Annibale II°
    Annibale II°

    ...bah!! se tiene €. 100.000 in gioielli dentro un armadio...non sarà uno che soffre.... peggio quando depredano le pensioni dei vecchietti.

  • Avatar anonimo di Luigi Filippo
    Luigi Filippo

    Hai ragione Beppe e aggiungo che i cittadini e sopratutto le istituzioni di una città in cui il numero di reati aumenta in modo così significativo dovrebbero, come minimo, interrogarsi in maniera molto seria e rigorosa... perchè altrimenti se si va avanti così si procederà spediti verso una deriva molto preoccupante...

  • Avatar anonimo di beppe70
    beppe70

    Caro Luigi Filippo hai ragione da vendere, prova a confrontarti con tutti quelli che dicono " i poverini vanno integrati".... sai a chi mi rivolgo vero... e credo che tu e chi ci legge possa facilmente immaginare chi sono i "poverini...da integrare" spero che prima o poi vadano ad " integrarsi" un pochino anche a casa loro. ciao a tutti

  • Avatar anonimo di Luigi Filippo
    Luigi Filippo

    Certo che nella provincia di Forlì-Cesena il crimine sta dilagando in maniera importante, del resto basta leggere le pagine di Romagnaoggi.it per rendersi conto di quanti reati vengono commessi ogni giorno...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -