Forlì, minacce e avvertimenti. Di Maio (PD): "Compatti contro chi semina tensione"

Forlì, minacce e avvertimenti. Di Maio (PD): "Compatti contro chi semina tensione"

FORLI' (FC) - "La lotta per la legalità ha nelle comunità locali uno snodo fondamentale. Per questo è significativo che il Consiglio comunale di Forlì abbia messo da parte, una volta tanto, le consuete divisioni per unirsi attorno ad una ferma e unanime condanna agli atti intimidatori che a Forlì si sono verificati negli ultimi tempi. Dalle minacce al sindacalista della Cisl a quelle contro il liquidatore di Sapro, Lea Mazzotti, dal magistrato Filippo Santangelo ai gesti compiuti nei confronti dell'Ausl di Forlì: sono tutti episodi che devono trovare la più ampia solidarietà possibile della comunità forlivese e delle forze sociali, politiche, economiche e istituzionali del territorio".

 

Lo ha dichiarato Marco Di Maio, segretario territoriale del PD di Forlì in merito agli ultimi inquietanti episodi che hanno visti protagonisti, loro malgrado, l'Ausl forlivese, il magistrato Filippo Santangelo ed altri personaggi di rilievo di cui alcuni legati al caso Sapro.

 

"Solo una reazione forte e compatta, al fianco della Prefettura, delle forze dell'ordine e di tutti gli organi dello Stato, potrà far sì che chi tenta di alzare in città il livello di tensione in maniera irresponsabile, non trovi alcun spazio. La legalità, il rispetto delle regole e del vivere civile, il contrasto ad ogni tentativo di infiltrazioni malavitose, sono valori trasversali che devono sempre stare al centro e non ai margini della vita di una comunità. Dal rispetto di questi principi dipende anche la qualità del nostro sviluppo e del futuro dei giovani".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -