Forlì, mobile imbottito, dov'è il numero verde del Comune?

Forlì, mobile imbottito, dov'è il numero verde del Comune?

Forlì, mobile imbottito, dov'è il numero verde del Comune?

FORLI' - Che fine ha fatto il numero verde messo a disposizione dal Comune di Forlì per segnalare il lavoro nero ed irregolare, attivato l'1 giugno scorso? Sul sito del municipio non è reperibile, o almeno non facilmente. L'assessore allo sviluppo economico, Maria Maltoni, promette di rimediare al più presto e spiega: "Abbiamo ricevuto pochissime segnalazioni, tutte anonime, non riferite al Comune di Forlì e che non riguardavano il mobile imbottito, ma che ho comunque riferito alla Prefettura".

 

Nel messaggio registrato che si ascolta, una volta composto l'800 448300, viene chiesto di segnalare l'indirizzo dove si suppone abbia luogo l'irregolarità, ed, eventualmente, se la si conosce, anche la ragione sociale dell'azienda. In più viene chiesto un nominativo ed un numero di telefono o indirizzo e-mail per eventuali chiarimenti. "I Vigili procedono ai controlli anche nel caso di segnalazioni anonime - assicura Maltoni - l'importante è che sia indicato l'indirizzo al quale effettuare i controlli. Un solo cittadino ha segnalato una presunta irregolarità direttamente a me, ma non è stato rilevato nulla di particolare".

 

Paura di venire emarginati come era successo ad Elena Ciocca e Manuela Amadori, le due imprenditrici che 'aprirono il vaso di Pandora', dopo la loro denuncia? L'assessore assicura che i controlli ci sono e vengono programmati una volta al mese.

 

Chiara Fabbri

 

Commenti (3)

  • Avatar anonimo di samigidi2
    samigidi2

    E l'assessore Maltoni con che faccia pretende che i cittadini si espongano per denunciare, lasciando un numero di telefono, quando il fenomeno è a conoscenza di tutti e le autorità non fanno niente??!! Ripeto per la centomilionesima volta che questi non lavorano sperduti nella tundra siberiana ma nei capannoni della zona industriale, a Vecchiazzano, ai Romiti, alla Panighina, a S. pietro in vincoli, a Faenza, a Gatteo, sotto gli occhi di tutti, ma parliamo cinese o arabo? E cosa ci chiedete, un altro sacrificio per poi lascire di nuovo le cose come stanno? Il mio sacrificio è già quello di non aderire e questo fenomeno e mantenere i miei dipendenti (20) rimettendoci ogni mese dei soldi (- 40.000 dall'inizio dell'anno) e sapete perchè, perchè un mio divano in pelle costa € 1000 mentre a Forlì ci sono aziende che vendono in Francia un divano 3 posti in pelle consegnato e con le provvigioni per l'agente a € 500, allora io divento un ladro!!! Secondo voi come li fanno quei divani? se volete annoiarvi vi scompongo i costi, così come posso scomporvi quelli dei famosi divani made in CHITALY pubblicizzati in TV a € 490 IVA compresa o addirittura 199 divani a 199 euro. Ma oramai lo abbiamo detto un milione di volte ed il risultato quale è giudicate voi, quante volte avete sentito ripetere le stesse storie?

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Gentile Signora Ciocca, ho visto la puntata di report e ho letto di lei. Il suo coraggio è stato davvero esemplare e i rischi che si sta assumendo, dal punto di vista personale e imprenditoriale sono incommensurabili. Per quel niente che vale, soprattutto se detto da uno che usa un nickname, ha tutta la mia solidarietà e quella di migliaia di forlivesi per bene. Se fosse nata e vissuta in un'altra regione, sarebbe a questo punto già leggenda su 3 - 4 quotidiani nazionali, e vivrebbe, molto bene, come esempio di chi si oppone a un governo sfascista e inconcludente, composto da una masnada di mercenari ... e chi più ne ha più ne metta. Ha avuto la sfortuna di trovarsi di fronte una amministrazione del colore sbagliato, e nella regione sbagliata. Ha avuto la sfortuna di lamentarsi con le persone sbagliate. Qui gli eroi o anche solo le persone per bene non vanno sul palco e non prendono applausi e non ricevono premi. Ma camminano per la loro strada. Ha la mia solidarietà.

  • Avatar anonimo di elenaC
    elenaC

    sono elena ciocca ,sarò anche stata emarginata ma io mi muovo liberamente e mi posso permettere di andare in giro a testa alta cosa che molti personaggi CHE CONTANO POLITICAMENTE non possono fare e questo mi gratifica

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -