Forlì, mobile imbottito. Il PD interroga la Regione: "I cinesi non applicano regole contrattuali"

Forlì, mobile imbottito. Il PD interroga la Regione: "I cinesi non applicano regole contrattuali"

Forlì, mobile imbottito. Il PD interroga la Regione: "I cinesi non applicano regole contrattuali"

FORLI' - Mobile imbottito, il PD si mobilita con un'interrogazione regionale presentata da Tiziano Alessandrini, Thomas Casadei e Damiano Zoffoli. "E' stata più volte denunciata una distorsione delle regole della concorrenza dovuta al fatto che risulta frequentissimo il fenomeno del subappalto ad imprese, molto spesso facenti capo ad imprenditori asiatici, che riescono a garantire costi estremamente contenuti perché non applicano correttamente le regole contrattuali".

 

L'interrogazione è stata presentata in merito al rischio che lo sfruttamento della manodopera e una produzione qualitativamente scarsa possano penalizzare gli imprenditori e creare un danno d'immagine alla produzione del territorio nel suo complesso.

 

I consiglieri, "pur riconoscendo la positiva azione di contrasto svolta dalle istituzioni locali (protocolli d'intesa firmati con Associazioni di categoria e sindacati), dalla prefettura e dalle Forze dell'Ordine e lo sforzo di accertamento messo in atto da INPS, INAIL e Direzione Provinciale del Lavoro, chiedono una intensificazione dei controlli, anche attraverso maggiori forze che il Governo deve mettere a disposizione per garantire maggiormente la legalità ed evidenziano la necessità di puntare anche su altri strumenti quali incentivi all'adesione volontaria a protocolli etici e di qualità e regole di tracciabilità basate su un'etichettatura esaustiva che indichi ogni fase ed ogni soggetto coinvolto nella produzione".

 

Gli esponenti del pd chiedono alla Giunta regionale se sia in possesso di un quadro aggiornato della situazione del forlivese, del cesenate e di altre aree dell'Emilia-Romagna, quale ruolo abbia svolto o possa svolgere la Regione per garantire la concorrenza leale fra le imprese ed il rispetto dei diritti dei lavoratori e quali strategie si intendano mettere in campo per supportare l'imprenditoria di qualità ed i prodotti "Made in ER".

Commenti (4)

  • Avatar anonimo di samigidi2
    samigidi2

    Buongiorno, sono molto lieto di leggere un commento alla situazione da parte del signor Alessandrini in persona, vorrà forse dire che hanno ( lui ed i suoi colleghi che governano la regione e la città;) preso atto che c'è un problema veramente grave?Vorrà forse dire che hanno finito di impegnarsi nel "non è vero niente tour 2010?" o nel "chi ha denunciato e la magistratura e destinazione Forlì e tutti quelli che hanno chiuso sono ubriachi tour 2010"? Vorrà forse dire che anche gli altri: la giunta, l'altra associazione, i sindacati, l'ispettorato del lavoro l'associazione industriali, (che tra l'altro hanno avuto una riunione attorno ad un tavolo, si sono guardati in faccia ed hanno convenuto che non esiste il fenomeno di cui si parla "??!!";) hanno esaurito la fase del rimpallo di responsabilità e forse hanno intenzione veramente di far qualcosa? Voglio illudermi, voglio aggrapparmi a questa speranza almeno quanto sono aggrappato a quella di riuscire a non fallire entro l'estate. Nell'aggrapparmi a questa speranza rendo noto ai sopracitati signori ed enti, associazioni, che anche questo fine settimana, notti comprese, i noti laboratori (e ripeto e sottolineo NOTI) hanno lavorato e che in questo stesso istante, mentre loro sono molto occupati, tanti laboratori come il mio si avvicinano al punto di non ritorno. Fate pure con comodo, poi lo spiegherete voi alle mie due signore in maternità, a quella in aspettativa perchè oltre ad essere gravemente malata ha perso il marito, a quello che ha la moglie a casa con un tumore che può contare solo su di lui, a quelli che hanno mutuo e figli a scuola, ed a tutti gli altri, circa 30, che hanno tutto il diritto, come me, di sudare per guadagnarsi da vivere onestamente. Molto probabilmente quei 30 non avranno più un posto di lavoro a settembre, ma voi avete fatto tutto il possibile, vero?

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    Rido eccome. Nella nostra regione la giunta è espressione della maggioranza, ed è formata all'interno di un partito che, e Vico sa che lo dico con rispetto, ha (aveva) un senso di disciplina interna quasi militare. Ci si conosce tutti, ci si dà del tu, si va a pranzo e a cena assieme, si ha il cellulare di tutti, si sono condivise storie ed esperienze di una vita (e anche un po' di potere). Nel PD non ci sono pon pon girls paracadutate 2 giorni prima delle elezioni. Quindi l'interrogazione in questo caso è solo un modo, raffinato, di fare l'opposizione anche quando si è in minoranza. Non voto PD, sono sincero, ma il mio è un commento spassionato, dico lo stesso anche quando le cose le fa a livello nazionale il PDL. E' lo stesso comportamento, e infatti nel mio post l'ho sottolineato. In questo PD e PDL non sono diversi, solo che mentre è comprensibile che un deputato PDL non sappia cosa stia facendo (?) una starlette, nel PD no. Per il resto, INAIL, INPS, Direzion P. Lavoro ... hanno colpa certo, e io aggiungerei anche la Protezione civile ... e anche i cittadini come me, che di tanto in tanto comprano prodotti cinesi perché costano poco. Anche io, come consumatore, ho la mia responsabilità quando compro una camicia a 10 Euro. Ma che posso farci ? Detto questo, penso però che gli amministratori, tutti, possono fare molto di più. L'ho scritto in tanti altri post, senza dare la colpa allo Stato, all'Europa, a Dio, a qualcuno che sta più su. E' vero che in Italia ci vuole il morto perchè succeda qualcosa, ma qui c'è il morto e si continua a non fare niente. Non è strano ? La differenza non è fra chi ci prova e chi vive nell'indifferenza. Bisogna essere bravi, mica buoni. Non lo sono io (ma non sono nessuno), ma neppure lei. Riconosco però che nonostante la sua agenda e i suoi impegni ha trovato il tempo alle 2 e 30 di notte per rispondere a un post qualunque di una persona qualsiasi. Moltissimi altri suoi colleghi non l'avrebbero fatto. Di questo le va dato merito.

  • Avatar anonimo di tiziano
    tiziano

    Non credo debba fare ridere se un esponente della maggioranza interroga la Giunta della Regione. L'Assemblea Legislativa, fra tante cose, indirizza e controlla il lavoro della Giunta e quindi voler conoscere gli intendimenti della stessa non è solo prerogativa della minoranza. Questo è un pessimo concetto della democrazia. L'interrogazione invita la Giunta ad assumere una iniziativa legislativa sul tema della legalità in materia di lavoro e relazioni commerciali fra imprese committenti e sub fornitrici, anche se le sue competenze in materia sono limitate. Per l'ennasima volta ricordo che il ruolo decisivo spetta alle forze dell'ordine ed agli istituti come INPS, INAIL e Direzione provinciale del lavoro. Ma se contemporaneamente non aumenterà la cultura della responsabilità sociale degli imprenditori che utilizzano quel tipo di prestazioni (dei cinesi) non basterà neppure l'intensificazione dei controlli. Da questo punto di vista mi pare che alcuni passi avanti si stiano facendo grazie ad una maggiore collaborazione fra Associazioni, Istituzioni e Organi di vigilanza. Personalmente non avverto alcuna contraddizione ad occuparmi del tema perchè, al di là dei luoghi comuni, le mie prime denunce pubbliche (la prima intervista sul fenomeno è datata 17 giugno 2005) sono iniziate ben due anni prima dell'indagine della Magistratura e oltre quattro anni prima di Report. La verità è che in Italia per darsi una "mossa" occorrono gli eventi eclatanti, come appunto una trasmissione televisiva, che peraltro ha colto la realtà dei fatti solo molto parzialmente. Prima dell'evento, la denuncia passa attraverso l'indifferenza generale, dopo sono tutti pronti a colpire indifferentemente sia chi ha cercato di affrontare il problema, pur con tutti i limiti, sia chi ha vissuto beato nell'indifferenza. E, con tutto il rispetto che nutro per la persona, che peraltro non conosco, c'è sempre un Sig. Dorian che si uniforma a questo costume. Grazie per l'attenzione. Tiziano Alessandrini

  • Avatar anonimo di J. Dorian
    J. Dorian

    A più di un anno dalla mitica trasmissione di Report che sputtanava il comprensorio forlivese è utile che li rappresentanti in regione della romagna si attivino. Certo che fa un po' ridere. Mi sembra un interrogazione tipica della opposizione quella. E' un po' come se a livello nazionale un leghista proponesse una interrogazione a Tremonti lamentandosi del fatto che il federalismo non è stato ancora attuato. Sarebbe ridicolo: sono dalla stessa parte. Nel caso di Alessandrini, visto il passato di responsabilità che ha avuto sembrerebbe quasi una conseguenza di un fenomeno dissociativo della personalità. Se la situazione è quella che è, e lo è, la responsabilità è la loro, o meglio di chi li ha preceduti: ma sempre gente dello stesso partito. Della stessa maggioranza. Solo una cosa è più triste di questa operazione della maggioranza che gioca a fare l'opposizione di se stessa: il passivo silenzio dell'opposizione vera. Ma vabbè. No. Il Governo, l'Europa, Dio, qui non c'entrano niente. I poteri li ha il sindaco, l'esercizio della forza pubblica pure. Per anni, decenni, né la precedente amministrazione, né questa hanno mai fatto nulla per il problema a Forlì. Mai. Niente. Questa è la verità. A chi solleva queste interrogazioni, seppure in alcuni casi, e penso a Casadei, animato dai migliori propositi e in completa buona fede e serietà d'intenti, si potrebbe dire marzullianamente "Vi siete fatti una domanda ? Datevi una risposta". Auguri.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -