Forlì, mobile imbottito. Venturi (Pri): "Perché questo silenzio?"

Forlì, mobile imbottito. Venturi (Pri): "Perché questo silenzio?"

FORLI' - "Domenica scorsa, come molti forlivesi, ho assistito con curiosità alla trasmissione Rai Reporter nella quale si affrontava il tema del lavoro nero in alcune realtà del comparto dell'imbottito forlivese. Il mio stato d'animo è passato, con il trascorrere delle immagini, dall'incuriosito, allo stupito, all'indignato, nel vedere come erano affrontati temi così importanti per una città come Forlì e fondamentali per tante famiglie del comprensorio".

 

Sullo scandalo del mobile imbottito interviene anche Alberto Venturi, membro di Direzione e dell'Esecutivo del Partito Repubblicano Forlivese, che incalza: "non so se e quali imprenditori abbiano sbagliato e quanto, sarà l'inchiesta che alla fine lo stabilirà, so che la mancanza di un contraddittorio di tutte le componenti in causa, imprenditoriale, associativa, sindacale e soprattutto istituzionale ha fatto passare un messaggio oserei dire di criminalizzazione di tutto il comparto forlivese del mobile imbottito al quale non solo non bisogna credere, ma che è soprattutto una grande falsità."

 

"Il distretto, se ancora si può usare questo termine visto le difficoltà attuali, ha bisogno di tutto il sostegno possibile e non di pubblicità negativa. Per spiegare al meglio questo concetto bisogna parlare in termini numerici che indicano il "malfatto", qualora sia dimostrato, causato da 4/5 realtà su un totale di diverse decine di aziende. I valori economici di cui si parla non vanno al di là di un 3-4% del fatturato complessivo del comparto" sostiene Venturi.

 

"Ebbene, mi chiedo, per queste miserie è giusto rovinare l'immagine di tanti imprenditori seri, di tante aziende che mantengono alcune centinaia di famiglie, di una città che ha fatto della laboriosità e della volontà di lavorare ed intraprendere il suo fiore all'occhiello? - si chiede l'esponente del Pri - Ecco allora che mi chiedo il perché dei silenzi delle amministrazioni pubbliche (Comune, Provincia) che invece di difendere il proprio territorio, le proprie aziende, le proprie famiglie, ed in alcuni casi i propri elettori, se ne stanno silenti ad aspettare gli eventi"

 

"Noi Repubblicani rivendichiamo l'attenzione, anche se molte volte inascoltati, che da sempre abbiamo nei confronti delle imprese e delle attività economiche che nel rispetto delle leggi possano arricchire il tessuto economico e sociale di un territorio. Noi Repubblicani da sempre siamo al fianco delle persone perbene che vengono coinvolte, loro malgrado, in eventi di categoria con logiche massimaliste e non ci interessa affatto se saremo gli unici attori politici a pensarla in questo modo. Noi siamo un Partito di grandi tradizioni - conclude Venturi - ma anche di grande serietà e realismo e non facciamo come altri dello sciacallaggio, volto solo ad avere il consenso di tutti i giustizialisti che da un po' popolano la nostra società."

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di livio76
    livio76

    Il silenzio ha la "picina" in bocca. (picina = oro)

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -