Forlì: Morgagni-Pierantoni, sauditi a lezione di sanità

Forlì: Morgagni-Pierantoni, sauditi a lezione di sanità

FORLI' - Viaggio-studio da Riyadh a Forlì per apprendere la filosofia della gestione del farmaco in monodose adottata dall'ospedale "Morgagni-Pierantoni". Questa mattina, una delegazione del King Khaled University Hospital di Riyadh, capitale dell'Arabia Saudita, ha visitato la struttura forlivese per esaminare il modello organizzativo scelto dall'Ausl locale, e valutare come replicarlo nella propria clinica.

 

Il gruppo saudita, guidato da Abdulaziz Alzeer, chirurgo cardiologo e direttore dell'Intensive Care Unit, e formato da farmacisti ospedalieri e medici chirurghi (Mohommad Abdel Magid, Ahmed AlBarrak, Mohammed AlQarni, Ayed AlShamrani), si è soffermato quindi sulla procedura informatizzata del farmaco in dose unitaria, mostrandosi molto interessato. A fare da "Cicerone" la dottoressa Patrizia Grementieri, referente aziendale del Progetto Dose Unitaria e responsabile dei progetti trasversali dell'Ausl di Forlì, che ha mostrato l'intero percorso del farmaco.

 

A Forlì, da maggio 2004, in concomitanza con l'avvio delle attività nel nuovo ospedale, è attivo il "progetto dose unitaria", un sistema di distribuzione automatizzata dei farmaci caratterizzato dalla verifica di ogni singola prescrizione e dalla preparazione in farmacia della terapia giornaliera per ogni paziente. L'introduzione di sistemi automatici di dose unitaria, associata all'utilizzo del codice a barre, ha ridotto notevolmente gli sbagli. Se a questo viene associata la prescrizione informatizzata, come nel caso di Forlì, la dimunzione dell'errore nella catena di somministrazione dei farmaci è addirittura dell'83%.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella loro visita, i professionisti sauditi hanno avuto modo di osservare anche i reparti di degenza al settimo piano del padiglione "Morgagni": quello dell'U.O. di Chirurgia generale gastroenterologica, diretta dal dottor Domenico Garcea, e quello dell'U.O. di Gastroenterologia, diretto dal prof. Enrico Ricci. In quest'occasione sono stati presentati loro alcuni percorsi della struttura forlivese, fra cui il percorso acuto-cronico a quello post-acuto. I graditi ospiti sono rimasti colpiti dai contenuti tempi di degenza resi possibili da questo tipo di impostazione, apprezzando l'intero modello organizzativo forlivese.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -